SCUOLA/ Roma, precaria tenta di darsi fuoco in piazza Montecitorio

- La Redazione

Ha rischiato di trasformarsi in tragedia il sit-in di protesta dei precari della scuola in piazza Montecitorio. Una donna, da giugno senza stipendio, ha tentato di darsi fuoco.

montecitorionuova_R439
Foto InfoPhoto

Ha rischiato di trasformarsi in tragedia il sit-in di protesta dei precari della scuola, docenti e tecnici amministrativi organizzato oggi in piazza Montecitorio. Una donna, da giugno senza stipendio, separata e con figli a carico, ha tentato di darsi fuoco ma è stata subito bloccata dagli altri manifestanti presenti. “E’ stato un attimo – ha raccontato all’Adnkronos Anna Grazia Stammati, dell’esecutivo nazionale Cobas – nessuno di noi era a conoscenza del suo intento suicida. Ha tirato fuori una bottiglia di alcol pronta a darsi fuoco. E’ disperata”. Dopo l’intervento dei colleghi la donna ha accusato un malore ed è stata soccorsa dai medici del 118. “La giornata era iniziata bene – ha spiegato ancora Stammati riferendosi all’incontro che i precari hanno avuto con il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza – ma ha rischiato di finire nel peggiore dei modi. Poi è arrivata la notizia che il Consiglio dei ministri ha deciso di rinviare alcune decisioni a lunedì, ma nessuno è venuto a informarci delle scelte assunte e così in piazza è prevalsa la disperazione”. “La verità – ha concluso il membro dell’esecutivo nazionale Cobas – è che viviamo una situazione drammatica e il governo si mostra sordo alle nostre richieste”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori