Maturità 2014/ Seconda prova Istituto tecnico per il turismo: tecnica turistica, l’ironia della Rete (Esami di Stato, oggi 19 giugno 2014)

- La Redazione

Si parla anche di Expo 2015 nella traccia della seconda prova dell’esame di maturità 2014 proposta agli studenti dell’Istituto tecnico per il turismo. Ecco la soluzione.

scuola_studentesse_esameR439
Infophoto

Fioccano i post ironici su twitter soprattutto, per sdrammatizzare le lunghe ore passate questa mattina a svolgere le tracce della scenda prova di esame. Fra i tanti, ci piace riprendere questo tweet di una utente che ha lasciato questo messaggio certamente di assoluta contemporaneità: La #secondaprova all’istituto tecnico per il turismo è sull’Expo 2015. I migliori hanno consegnato in bianco e una mazzetta.

Si parla anche di Expo 2015 nella traccia della seconda prova dell’esame di maturità 2014 proposta agli studenti dell’Istituto tecnico per il turismo. I ragazzi, tra le altre cose, hanno dovuto infatti definire un pacchetto per un turista indonesiano in vista dell’esposizione internazionale di Milano. Riportiamo di seguito la soluzione elaborata dal sito specializzato ScuolaZoo.

-elevata elasticità della domanda congressuale rispetto alle dinamiche complessive dell’economia. Negli ultimi anni in Italia è diminuita la durata media dei congressi e il numero medio di partecipanti.

-stagionalità dell’offerta: gli eventi congressuali vengono accettati dalle strutture ricettive principlamente in bassa stagione. Questo non favorisce il pieno sviluppo dell’attvità congressuale

-aziende: utilizzano principalmente gli alberghi come sede congressuale

-sistema politico

-associazioni scientifiche

-altre associazioni

Tre diverse tipologie:

1. I PCO – (Organizzatori Professionali di Congressi) – svolgono professionalmente attività di progettazione, organizzazione e gestione di congressi, convegni ed eventi aggregativi

2. I DMC/DM – (Destination Management Company/Destination Manager/) – sono società di servizi o professionisti altamente professionali e specializzati nella progettazione e realizzazione di eventi in una determinata area, con conoscenza capillare del territorio ed in stretta relazione con il Convention Bureau.

3. L’Agenzia Viaggi – con specifico Congress Department – oltre ad essere in possesso dell’autorizzazione prevista dalle normative vigenti nazionali e regionali, deve disporre dei medesimi requisiti del DMC o disporre di personale qualificato nel campo dell’organizzazione di congressi (PCO).

La località deve essere attrezzata dal punto di vista organizzativo e ricettivo.

Deve offrire la possibilità ai congressisti di occupare piacevolmente il tempo non impegnato nelle riunioni di lavoro con svaghi e divertimenti o anche valorizzando il patrimonio artistico e culturale eventualmente presente.

Aumentano sicuramente l’attrattività di una località infrastrutture all’avanguardia e trasporti efficienti. (clicca qui per il link originale di scuola zoo)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori