TEST VETERINARIA 2017/ Prova d’ingresso, oggi le soluzioni: Miur pubblica online quesiti e risposte

- Silvana Palazzo

Test Veterinaria 2017: oggi mercoledì 6 settembre la prova d’ingresso. I risultati: uno su nove otterrà il posto. Le ultime notizie e gli aggiornamenti sull’ammissione

universita_test_ammissione_1_lapresse_2017
Test per ingresso all'università (Lapresse)

Le soluzioni del test di Veterinaria 2017 sono uscite: il Miur ha pubblicato il questionario con le risposte esatte per dare la possibilità a tutte le aspiranti matricole di verificare come hanno risposto ai quesiti proposti. L’attesa è finalmente finita per gli studenti che erano in trepidante attesa grazie all’annuncio del Miuri sui social. Ora potranno finalmente farsi un’idea sul punteggio e su come sia andato il loro test. Per facilitare la consultazione, il Miur ha disposto le risposte in modo che sia sempre A quella giusta (potete visualizzare il documento cliccando qui). I risultati non sono ancora disponibili, ma si può già ipotizzare che il livello e la soglia del punteggio minimo per entrare si siano alzati. Per conoscere comunque il punteggio della prova d’ingresso con certezza dovranno aspettare il 20 settembre, quando saranno resi noti sul portale web Universitaly. (agg. di Silvana Palazzo)

ATTESA PER LA PUBBLICAZIONE DELLE RISPOSTE

Il test di Veterinaria 2017 è ormai terminato, quindi ora per le aspiranti matricole è cominciata la fase di attesa delle risposte che verranno pubblicate dal Miur. Quella di oggi è stata la prova d’ingresso più complesse tra quelle di ammissione: si tratta del test con più alto rischio di fallimento, visto che solo un candidato su dodici potrà accedere agli studi. La graduatoria ufficiale sarà rilasciata dal Miur il 3 ottobre sulla pagina privata di Universitaly, ma dal 29 settembre si potranno conoscere i punti ottenuti al test. Tra poco però il Ministero pubblicherà le risposte esatte ai quesiti di logica, biologia, cultura generale, chimica, fisica e matematica, così le aspiranti matricole potranno già verificare le risposte che hanno dato stamattina. L’obiettivo è visualizzare in graduatoria la dicitura “assegnato”, che spetta a chi otterrà un posto disponibile nell’università scelta come prima preferenza. Compare “prenotato” se invece si ottiene un posto, ma in un ateneo non di prima scelta. “Idoneo”, invece, sarà chi avrà superato il test ma dovrà attendere gli scorrimenti in graduatoria per sperare di ottenere un posto disponibile. (agg. di Silvana Palazzo)

QUANDO ESCONO I RISULTATI?

Si è ormai conclusa la Prova d’Ingresso per i test di Veterinaria di questo settembre 2017: una prova ogni anno sempre più complessa per l’alta domanda e i “pochi” posti disponibili rispetto alle tantissime iscrizioni ai test d’esame. Per chi volesse sapere ora quando usciranno i risultati ufficiali di questa prova d’ingresso unica e decisiva, urge ricordare che bisognerà attendere fino al prossimo 3 ottobre quando verranno pubblicate su Universitaly le graduatorie definitive per sapere chi sarà stato ammesso all’Università e dove. Va detto però che un’idea di come è andata se la potranno fare le protomatricole già a partire dal 20 settembre, quando verranno comunicati a tutti i candidati i punteggi. Saranno avvisati in forma anonima e il proprio voto potrà essere scoperto il 3 ottobre in base al codice identificativo assegnato il giorno della prova. Per chi però vuole sapere subito se le risposte date possono esser considerate corrette, allora forse già da oggi pomeriggio stesso potrebbero essere disponibili le soluzioni alle 60 domande immense nel test di Veterinaria. Non servirà per sapere se si ha passato l’esame ma ovviamente potrà darvi un’idea generale su come è andata la vostra prova. (agg. di Niccolò Magnani)

LA CORREZIONE È PERMESSA

Sono partiti quasi tutti i test di veterinaria nelle varie sedi e atenei d’Italia: sarà utile ricordare come anche quest’anno nella Prova d’Ingresso tra le più difficili del panorama universitario a numero chiuso, è permessa una correzione per eventuali risposte sbagliate. In che senso? Semplice, se ci si accorge che una risposta data al quesito è stata sbagliata, eventualmente si può correggere (ma una sola volta, come chiarisce il regolamento): per farlo basto annerire la risposta che si considera sbagliata e tracciare un’altra X sulla risposta che invece si ritiene giusta. È importante, ricordiamo per tutti, che sia visibile una X chiara e netta tra le cinque opzioni di risposta prevista per tutti i 60 quesiti d’esame. Ricordiamo infine che invece è severamente vietato portare tutti i dispositivi elettronici, quaderni, appunti, libri e altri materiali scolastici, bigliettini, manuali, tavole periodiche. (agg. di Niccolò Magnani)

LA SUDDIVISIONE DEI QUESITI

Scatta tra qualche minuto l’inizio dei test di Veterinaria in tutte le Università d’Italia che mettono in palio i complessivi 764 posti disponibili per iniziare primo anno di studi. Saranno 100 i minuti a disposizione per rispondere alle 60 domande previste per il quiz, con i risultati che usciranno il prossimo 3 ottobre sul sito Universitaly. Sul fronte dei quesiti, eccome sono suddivisi e quali materie implicano gli studenti che tentano la fortuna del passaggio test: ci saranno 2 quesiti di cultura generale, 16 quesiti di biologia, 16 di chimica, 20 di logica e 6 quesiti di fisica e matematica, il vero spauracchio delle proto-matricole. Sul fronte del punteggio invece, per ogni risposta esatta ti verranno dati 1,5 punti, per ogni risposta sbagliata -0,4 punti e per ogni risposta non data 0 punti. (agg. di Niccolò Magnani)

OGGI IL TEST

Ieri è stata la grande giornata del test di Medicina 2017, oggi invece è prevista la prova d’ingresso per Veterinaria. È arrivato il momento degli amanti degli animali. La fase di studio è terminata, ora si fa sul serio. Il Ministero dell’Istruzione ha stabilito il numero di posti disponibili per le immatricolazioni ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina Veterinaria: quest’anno sono 764 nelle varie università d’Italia. Di questi 655 posti da assegnare con la prova odierna a comunitari e non comunitari residenti in Italia, 109 invece quelli assegnati ai non residenti. I numeri degli aspiranti universitari nelle facoltà a numero chiuso sono tutti in crescita, anche quelli iscritti alla prova di Veterinaria: sono passati da 7.987 a 8.431. Il Miur ha anche indicato i documenti da presentare stamattina: documento d’identità valido, ricevuta del pagamento del contributo versato all’università per affrontare la prova, ricevuta dell’iscrizione online al portale Universitaly. I non comunitari devono portare anche una copia del permesso di soggiorno o del visto d’ingresso ottenuto per entrare nel Paese.

TERAMO: BOOM DI ISCRITTI, MA CI SONO SOLO 60 POSTI

Cresce il numero degli iscritti al test di Veterinaria, un fenomeno diffuso anche a livello locale. All’Università di Teramo, ad esempio saranno 452, 37 in più rispetto allo scorso anno. I posti a disposizione però sono solo 60, di cui 15 riservati agli studenti provenienti dai Paesi extracomunitari. Questo dato conferma l’interesse dei giovani nei confronti della figura professionale del medico veterinario, diventata centrale non solo per quanto riguarda l’assistenza agli animali, ma anche per le emergenze sanitarie, dalla zootecnia all’ispezione degli alimenti di origine animale che richiede medici veterinari specialisti. Si registra così a Teramo un aumento del 9% delle iscrizioni al test d’ingresso per Veterinaria, a conferma del prestigio della facoltà che si è posizionata quest’anno al terzo posto tra le 13 facoltà italiane nell’annuale graduatoria Censis-Repubblica che valuta gli atenei, la didattica e la ricerca italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori