LICEO SCIENZE UMANE, SECONDA PROVA/ Ultime notizie Maturità 2018: soluzione traccia, testi Kottak e Chiosso

- Silvana Palazzo

Liceo delle Scienze Umane, traccia seconda prova Maturità 2018: ultime notizie. Diritti umani e principi democratici nello scritto anche per appartiene all’indirizzo economico-sociale

scuola_studenti_2_lapresse_2015
(LaPresse)

Ora la testa degli studenti anche al Liceo Scienze Umane è tutta proiettata verso il prossimo 25 giugno, giorno della Terza Prova di Maturità che metterà sotto l’obiettivo della Commissione le varie competenze “interdisciplinari” del candidato con la capacità, aggiunta, di sapere in rapido tempo sapersi barcamenare su più tematiche e poco tempo a disposizione per svolgerle. Per quanto riguarda la Seconda Prova, sul sito del Miur è disponibile – come per tutti gli altri indirizzi di Licei e Istituti scolastici – la traccia ufficiale: prestatele attenzione perché spesso anche durante gli orali di fine mese potrebbero i professori commissari partire proprio dalla correzione di quel testo. Dare un’occhiata in anticipo, con la precisa correzione, potrebbe essere esercizio non di mero “stile” ma di salda efficacia. Intanto sul portale di Skuola.net hanno messo a disposizione una probabile soluzione della Seconda Prova di diritti umani e principi democratici: a questo indirizzo la trovate svolta per intero, in attesa di poterla correggere magari con i vostri compagni in vista delle interrogazioni orali, ultima fase degli Esami di Maturità 2018. (agg. di Niccolò Magnani)

Qui lo Speciale live Maturità 2018: la Seconda Prova

I TESTI DI CHIOSSO E KOTTAK

Per la seconda prova di Maturità 2018 del Liceo delle Scienze Umane è uscita una traccia sui diritti umani e i principi democratici con due documenti, uno di Conrad Phillip Kottak e l’altro di Giorgio Chiosso, pedagogista italiano che indaga sull’apprendimento umano e sul ruolo della scuola. Temi che ha affrontato anche per IlSussidiario.net, occupandosi anche della personalizzazione educativa e dei rapporti tra il sistema dell’istruzione e quello della formazione professionale (clicca qui per visualizzare gli articoli scritti). Per quanto riguarda Kottak, è stato scelto il brano di un’opera frutto degli oltre quarant’anni di esperienza didattica e di ricerca dell’autore, nella quale ha illustrato i fondamenti della disciplina con l’obiettivo di rappresentare un’accurata e aggiornata introduzione all’antropologia culturale, facilmente accessibile per approccio e impianto didattico. (agg. di Silvana Palazzo)

TRACCIA SCIENZE UMANE: DIRITTI UMANI E PRINCIPI DEMOCRATICI

È cominciata stamattina la seconda prova dell’esame di Maturità 2018 anche per gli studenti del Liceo delle Scienze Umane. Devono confrontarsi con materie come Antropologia, Pedagogia, Psicologia e Sociologia. La prova richiede una considerazione sulla funzione democratica dell’educazione ai diritti umani. La traccia, dal titolo “Diritti umani e principi democratici”, propone un brano di Conrad P. Kottak da “Antropologia culturale” e un altro di Chiosso da “I significati dell’educazione. Teorie pedagogiche e della formazione”. Quest’anno ha stabilito che entrambi gli indirizzo di studio (quello generale e l’altro con indirizzo economico-sociale) devono confrontarsi con la prova di Scienze Umane. Per il secondo indirizzo l’alternativa era Diritto ed Economia Politica. In ogni caso la seconda prova consiste in una trattazione nella quale sviluppare una riflessione sull’argomento proposto dalla traccia. Inoltre, sono presenti quattro quesiti, ma bisogna sceglierne due a cui rispondere. La durata totale della prova sarà di 6 ore.

LICEO SCIENZE UMANE, LA TRACCIA DELL’ANNO SCORSO

La seconda prova del Liceo delle Scienze Umane è stata un’incognita fino all’anno scolastico 2014/15. La riforma Gelmini ha riorganizzato dal 2010 i licei, semplificandoli e riducendoli ad un numero di sei. Quello delle Scienze Umane è andato a sostituire il vecchio liceo socio-psico-pedagogico, ma con due ramificazioni: il normale liceo delle scienze umane e quello ad indirizzo economico-sociale. Il piano di studi per entrambi si fonda sull’approfondimento dei principali campi di indagine delle scienze umane, mentre nel secondo indirizzo viene valorizzato lo studio delle lingue straniere, delle discipline giuridiche ed economiche. Essendo un nuovo tipo di liceo, gli studenti che hanno affrontato tre anni fa la Maturità si sono confrontati con una seconda prova inedita, senza modelli passati su cui fare affidamento. Come è andata l’anno scorso? Nella traccia si chiese al candidato di illustrare le sue considerazioni sul concetto di cultura nella società di massa e di coglierne le implicazioni pedagogiche. Per quanto riguarda la traccia dell’indirizzo economico e sociale, l’argomento è stato la crescita della disoccupazione. I quesiti invece riguardavano ciclo economico, il pensiero degli economisti monetaristi rispetto a quelli keynesiani, principi di tutela del lavoro presenti della Costituzione Italiana, il ruolo dello Stato Italiano nel limitare la crescita della disoccupazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori