Egiziano lancia pietre a auto in A1: fermato con taser/ Ferita Claudia Gobbato (Lega)

- Chiara Ferrara

Un egiziano lancia pietre a auto in corsa sulla A1: fermato con un taser dalle forze dell’ordine. A vivere il dramma in prima persona Claudia Gobbato, deputata della Lega

egiziano lancia pietre auto 640x300

Un egiziano, questa mattina, ha bloccato il traffico sulla A1 nel tratto tra Lodi e Casalpusterlengo, lanciando delle pietre contro le auto in transito. A raccontare la disavventura in un post su Facebook è stata Claudia Gobbato, deputata della Lega, che l’ha vissuta in prima persona, dato che si trovava sul posto insieme al marito e ai due figli, uno di 4 anni e l’altro di 6 mesi. A corredo della descrizione di quanto accaduto, la politica ha anche pubblicato il video.

“Questa mattina, mentre portavamo i bambini per qualche giorno al mare, imboccata l’A1 a Lodi, dopo qualche km, un pazzo, straniero e totalmente fuori controllo, ha iniziato a lanciare pietre sulle auto in transito, tra le quali la nostra, come vedete dal video. A parte qualche lieve ferita e tanto spavento, ce la siamo cavata e fortunatamente i miei figli stanno bene”, ha scritto. A subire danni consistenti, però, è stata la vettura su cui la famiglia transitava. Il parabrezza, infatti, è andato in frantumi.

Egiziano lancia pietre a auto in A1: fermato con taser, come sta la deputata della Lega ferita

Claudia Gobbato, deputata della Lega, ha poi raccontato anche ai microfoni di Agi la terribile esperienza vissuta sulla A1 a causa di un egiziano che ha lanciato delle pietre sulle auto in transito dallo spartitraffico. “Ho una lieve ferita al viso e una scheggia di vetro mi è entrata nell’occhio ma poteva andare molto peggio, mi ritengo fortunata”, ha detto prima di essere visitata al pronto soccorso di Lodi. Della stessa idea è il marito Cesare Parisciani, vicesindaco del Comune di Agnadello, in provincia di Cremona. “È inaccettabile una cosa del genere, è solo un miracolo che nessuno si sia fatto male”, ha commentato.

Il colpevole per fortuna è stato fermato dalle forze dell’ordine prima che qualcuno potesse ferirsi in modo grave. È un ventiduenne di origini straniere, che poco prima era sceso da un treno ad alta velocità attivando il freno di emergenza. È stato necessario un taser per immobilizzarlo e arrestarlo. “Ringrazio la Polizia che è riuscita a bloccare questo delinquente, con l’aiuto del taser, che per qualcuno era inutile e invece anche oggi grazie a questo strumento e all’abilità delle nostre autorità, probabilmente si è salvata qualche vita”, ha concluso la leghista.







© RIPRODUZIONE RISERVATA