PREFERENZE ELETTI COMUNALI BOLZANO 2020/ Seggi e nomi consiglieri più votati

- Dario D'Angelo

Eletti e preferenze consiglieri alle Elezioni Comunali di Bolzano 2020: nomi, seggi sindaco e liste. Tutti i dati in vista del ballottaggio Zanin-Caramaschi

diretta Ballottaggio Elezioni Comunali 2020
Immagine di repertorio (laPresse, 2019)

Andiamo ad analizzare nel dettaglio le preferenze conquistate dai candidati al consiglio comunale di Bolzano nelle elezioni che al primo turno hanno sancito che dovrà essere il ballottaggio a decidere il sindaco tra Renzo Caramaschi (Centrosinistra) e lo sfidante del Centrodestra, Roberto Zanin. Pieno di voti per Johanna Ramoser di SVP che conquista 1019 voti a sostegno di Luis Walcher davanti a Stephan Konder, secondo a quota 817. Il più votato della Lega è invece Luigi Nevola con 360 voti, mentre per il Pd il podio è composto da Stefano Fattor (520), Juri Andriollo (470) e Alessandro Huber della Torre di Valsassina (456). Il più votato di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni è Marco Galateo, che conquista 441 voti: ne prende undici in più Tobias Planer dei Verdi. Sono 416 i voti di Abdallah Chniouli di Io sto con Bolzano, mentre il più votato di Team K è Matthias Cologna con 210 preferenze. Nella lista civica di Caramaschi bene Pietro Borgo con 277 voti, sono invece 270 quelli di Giovanni Gabrielletti nella lista “Oltre Weiter Zanini“. (agg. di Dario D’Angelo)

COMUNALI BOLZANO: BALLOTTAGGIO CARAMASCHI-ZANIN

Sarà ballottaggio a Bolzano tra il sindaco uscente Renzo Caramaschi (Centrosinistra) e lo sfidante del Centrodestra, Roberto Zanin: mentre ormai lo spoglio delle Elezioni Comunali 2020 va verso esaurimento, scattano già gli interessi sui possibili nuovi eletti tra i consiglieri, con le preferenze e i nomi dei protagonisti del prossimo Consiglio Comunale. Il candidato del Centrosinistra ottiene il 34% dei voti e si conquista il ruolo di lieve favorito al ballottaggio del 4-5 ottobre, con i voti delle liste che vedono il Pd primeggiare (12,7), Verdi al 92,%, Lista civica Burgerliste (7,8%), Sinistra Unita 1,8%, Italia Viva allo 0,9%. Zanin invece ottiene il 33% (Lega 13,4%, 10,2 Oltre Weiter, 7,7% FdI, 1,5% Forza Italia); Luis Walcher al 13,6% con l’Svp, Angelo Gennaccaro al 7,7%, Thomas Brancaglion al 5%, Teresa Maria Fortini col M5s al 2,7%, Maurizio Puglisi della Destra al 2,5%, Davide Costa allo 0,8%, Meinhard Knllseisen allo 0,3%, Cristina Barchetti allo 0,3%. Mentre ancora bisogna attendere lo sviluppo del secondo turno per capire come sarà l’esatta composizione del Consiglio Regionale a Bolzano, sono disponibili tutte le preferenze ottenute dai candidati alle Elezioni Comunali del 20-21 settembre: spicca per la Lega Luigi Nevola (345 voti), Marco Caruso (257), Roberto Selle (226), Gabriele Repetto (129); per il Pd Stefano Fattor (503), Juri Andriollo (462); campione di preferenze nel Svp è Johanna Ramoser con 857 voti, Stephan Konder 772, Andreas Berger 493. (agg. di Niccolò Magnani)

I CANDIDATI ALLE ELEZIONI COMUNALI BOLZANO 2020

C’è anche Bolzano tra i Comuni chiamati al voto il 20 e il 21 settembre: gli elettori saranno infatti chiamati a rinnovare un Consiglio Comunale in scadenza dopo le elezioni tenutesi nel 2016. A cercare il secondo mandato come sindaco sarà colui che si impose quattro anni fa: Renzo Caramaschi. Il primo cittadino, sostenuto da 5 liste, tra cui PD, Verdi e Italia Viva, dovrà fare a meno del supporto di Angelo Gennaccaro, l’assessore allo sport dell’amministrazione uscente che ha deciso per lo strappo con la sua lista civica “Io sto con Bolzano”: dalla sua parte anche la consigliera comunale Nicol Mastella. Un centrosinistra dunque non compatto all’appuntamento elettorale, che potrebbe facilitare il tentativo di rivalsa degli altri schieramenti. In particolare del centrodestra, con Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Oltre che sostengono la candidatura di Roberto Zanin. Corre da sola la formazione territoriale Südtiroler Volkspartei, in appoggio del candidato Luis Walcher. Thomas Brancaglion è invece il candidato di Team K e Volt-PSI-+Bolzano, mentre a tentare di tenere alta la bandiera del MoVimento 5 Stelle sarà Maria Teresa Fortini. Gli altri candidati sono Cristina Barchetti (Vox Italia), Davide Costa (Futuro Bolzano), Meinhard Knollseisen (Pensionati per Bolzano) e Maurizio Puglisi Ghizzi (CasaPound).

GLI ELETTI A BOLZANO NEL 2016

Come andarono le cose alle elezioni comunali di Bolzano nel 2016? Al primo turno nessuno dei candidati riuscì ad ottenere la maggioranza dei consensi: si rese così necessario il ballottaggio per eleggere il sindaco della città trentina. A sfidarsi furono Renzo Caramaschi, candidato del centrosinistra che aveva ottenuto il 22,35% con 9.553 voti, e Mario Tagnin, candidato del centrodestra che all’epoca prese il 18,40% frutto di 7.865 voti. Al ballottaggio si impose Renzo Caramaschi con 17.045 voti che gli diedero il 55,27% dei consenti contro i 13.792 voti di Tagnin, fermatosi al 44,73%.

I 45 eletti in consiglio comunale vennero suddivisi in 9 seggi al Pd, 8 all’Svp, 6 al Movimento Cinque Stelle, 5 alla Lega Nord, 4 Uniti per Bolzano e Verdi, 3 Casapound, 2 per Alleanza per Bolzano, Lista Civica per Caramaschi e Io Sto Con Bolzano. Per il Pd gli eletti furono Sandro Repetto, Mauro Randi, Silvano Baratta, Monica Franch, Alessandro Huber, Claudio Della Ratta, Claudio Volanti, Juri Andriollo e Carlo Visigalli. Eletti in rappresentanza dell’Svp: Christoph Baur, Luis Walcher, Judith Kofler Peintner, Sylvia Hofer, Sebastian Seehauser, Stephan Konder, Johanna Ramoser e Peter Warasin. Per il MoVimento 5 Stelle: Caterina Pifano, Rudi Rieder, Maria Teresa Fortini, Paolo Giacomoni, Sabrina Bresadola e Davide Costa. Per la Lega: Marco Galateo, Filippo Maturi, Carlo Vettori, Luigi Nevola e Kurt Pancheri. Uniti per Bolzano portò in Consiglio: Mario Tagnin, Alessandro Forest e Gabriele Giovannetti dell’ala di Alto Adige nel Cuore e Marco Caruso di Unitalia. I quatto eletti dei Verdi furono: Tobias Planer, Maria Laura Lorenzini, Norbert Lantschner e Chiara Rabini. Casapound avanzò con Maurizio Puglisi Ghizzi, Andrea Bonazza e Sandro Trigolo. Giorgio Holzmann e Giovanni Benussi entrarono in rappresentanza di Alleanza per Bolzano, mentre il sindaco Caramaschi portò nella sua lista civica Matteo Bonvicini. A chiudere la pattuglia di consiglieri Angelo Gennaccaro e Nicol Mastella di Io sto con Bolzano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA