RISULTATI ELEZIONI 2011/ Milano LIVE, Proiezioni (su dati reali): Pisapia cresce al 47%, Moratti sotto il 43% (aggiornamento ore 18:00)

- La Redazione

Si prepara una lunga giornata in attesa di sapere come si concluderà lo scontro per le elezioni comunali di Milano 2011. Qui trovate tutti gli aggiornamenti su commenti e dati per Milano

Voto_Elezioni_Scheda_UrnaR400
Foto Ansa

Le proiezioni sui dati reali che si stanno susseguendo relativamente alle elezioni comunali di Milano danno in vantaggio Giuliano Pisapia, che costringerebbe Letizia Moratti al ballottaggio il 29-30 maggio.

La quarta proiezione dell’Istituto Piepoli per TgNorba, relativa alle elezioni comunali di Milano, vede Giuliano Pisapia al 47,1%, Letizia Moratti al 42,7%, Manfredi Palmeri al 5,2% e Mattia Calise al 3,1%.

Il centrodestra comincia a rassegnarsi al ballottaggio tra Letizia Moratti e Giuliano Pisapia a Milano, in programma il 29-30 maggio. Il coordinatore nazionale del Pdl e ministro della Difesa, Ignazio La Russa, sostiene che se ciò avverrà, sarà “a causa del terzo polo. Tutte le volte che il centrodestra si è presentato diviso, si è sempre andati al ballottaggio”. La somma delle percentuali derivanti dalle proiezioni sui voti di Letizia Moratti e Manfredo Palmeri, non arriva comunque al 50%.

La terza proiezione Rai-Ipr Marketing (copertura del campione al 15%) vede Giuliano Pisapia salire al 46,5% (prima era al 46%) mentre Letizia Moratti è scesa al 42,5% (dal 43% precedente). Manfredi Palmeri avrebbe invece il 5,5% (contro il 5% precedente) e Mattia Calise il 3,5% (contro il 3,6% precedente) Anche a livello di voti alle liste, il centrosinistra sarebbe in testa con il 46,5%, contro il 43% del centrodestra.

Clicca qui per commentare in diretta live in tempo reale i risultati delle amministrative 2011

Clicca qui per leggere tutti gli aggiornamenti delle elezioni comunali di Milano 2011

Clicca qui per leggere tutti gli aggiornamenti delle elezioni amministrative 2011, comunali e provinciali

Clicca qui per leggere i dati sulle affluenze

Clicca qui per leggere i dati sugli exit polls

Clicca qui per leggere i dati reali con i risultati dello spoglio delle elezioni amministrative 2011: comunali e provinciali

Clicca qui per leggere tutti i commenti alle elezioni comunali 2011

Clicca qui per rimanere in contatto con IlSussidiario.net su FACEBOOK

Le prime proiezioni di Sky-Digis (31,3% del campione) relative alle elezioni comunali di Milano, danno Giuliano Pisapia al 46,1% e Letizia Moratti al 41,3%. Manfredi Palmeri avrebbe invece il 5,4% e Mattia Calise al 3,6%. Il dato è molto pesante per il sindaco uscente, dato che non solo sarebbe costretta al ballottaggio, ma partirebbe in svantaggio rispetto al suo avversario.

Le seconde proiezioni Rai-Ipr Marketing (copertura del campione al 10%) vedono Giuliano Pisapia salire al 46% (prima era al 45%) mentre Letizia Moratti è scesa al 43% (dal 44% precedente). Anche a livello di voti alle liste, il centrosinistra sarebbe in testa con il 45%, contro il 44% del centrodestra. È ancora presto per tracciare bilancio definitivi, ma sembra che tra la Moratti e Pisapia si andrà al ballottaggio.

Le prime proiezioni di Rai-Ipr (copertura 5% del campone) relative alle elezioni comunali di Milano, danno Giuliano Pisapia al 45% e Letizia Moratti al 44%. Manfredi Palmeri avrebbe invece il 5,5% e Mattia Calise al 4%. Per quanto riguarda le coalizioni, il centrodestra e il centrosinistra avrebbero entrambi il 45%, seguite dal Movimento 5 stelle al 5,5% e il terzo polo al 4,5%.

La Rai ha deciso di non diffondere dati sulle intenzioni di voto, ma solamente le proiezione basate sui dati reali che man mano giungeranno dai seggi elettorali. Le prime arriveranno intorno alle 16:15 e saranno diffuse in base a dati. Già prima si dovrebbe conoscere anche il dato relativo all’affluenza definitiva. Anche se sembra che un suo andamento positivo venga letto positivamente sia dall’entourage di Letizia Moratti che da quello di Giuliano Pisapia.

Secondo i dati raccolti dai seggi di Milano e comunicati dal ministero dell’Interno, l’affluenza dei votanti per le elezioni comunale 2011 a Milano è stata del 67%, in linea con le precedenti consultazioni del 2006. A livello nazionale, invece, si registra un calo tendenziale del 2%, che andrà però confermato dai dati definitivi.

Gli intetion poll sono stati diffusi da Sky in base ai dati Digis e dicono che Letizia Moratti è accreditata del 47,5% dei voti, mentre Giuliano Pisapia si fermerebbe al 43%. La forchetta di “affidabilità” è del 2,5%. Molto probabile quindi, stando agli intention poll, un ballottaggio.

La Rai ha deciso di non diffondere dati sulle intenzioni di voto, ma solamente le proiezione basate sui dati reali che man mano giungeranno dai seggi elettorali. Le prime arriveranno intorno alle 16:15 e saranno diffuse in base a dati. Già prima si dovrebbe conoscere anche il dato relativo all’affluenza definitiva. Anche se sembra che un suo andamento positivo venga letto positivamente sia dall’entourage di Letizia Moratti che da quello di Giuliano Pisapia.

Alle 15:00 si sono chiuse le operazioni di voto per le elezioni comunali 2011 ed è cominciato lo spoglio delle schede elettorali. Presidenti di seggio e scrutatori, oltre ai rappresentanti di lista, sono quindi impegnati a verificare quanti voti raccoglieranno i vari candidati. Prima dovranno diffondere i dati sull’affluenza e si saprà così quanti elettori si sono recati effettivamente al voto. Cominceranno poi a essere diffusi i primi exit poll con le intenzioni di voto che daranno un’idea di chi è in testa, in attesa dei dati reali che man mano arriveranno.

Abbiamo detto nei precedenti aggiornamenti che il dato positivo sull’affluenza di Milano (in rialzo rispetto alle precedenti comunali del 2006) veniva visto positivamente per le chance di vittoria di Letizia Moratti. La “corsa” dei milanesi al voto è però vista anche positivamente da Giuliano Pisapia. Il suo portavoce, Maurizio Baruffi, ha infatti spiegato che “un’alta percentuale di votanti alle urne è per noi un segno estremamente positivo, non solo perché la democrazia più è partecipata più è sana, ma anche perché il nuovo sindaco sarà ancora più forte grazie al contributo dei tanti cittadini che tornano al voto”. Inoltre, spiega ancora Baruffi, “si conferma il segnale che avevamo previsto di una maggiore mobilitazione dell’elettorato di centrosinistra che negli ultimi anni si era astenuto scegliendo di non partecipare”. Non resta che aspettare dopo le 15:00 per capire a chi davvero avrà giovato questa affluenza positiva.

Manca poco alla chiusura dei seggi e all’inizio dello spoglio delle schede elettorali per queste comunali. A Milano Letizia Moratti cerca la riconferma al primo turno, ma non sarà facile. Umberto Bossi, votando ieri, si è detto sicuro del fatto che “vinceremo al primo colpo”. Silvio Berlusconi, anch’egli al voto nel capoluogo lombardo ieri, ha spiegato ad alcuni sindaci dell’hinterland milanese che “sarebbe impensabile Milano non governata da noi”. Resta da vedere se questa vittoria arriverà già in serata oppure se bisognerà passare per il ballottaggio del 29-30 maggio con i rischi che questo comporta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori