Risultati Sicilia, diretta Elezioni Comunali 2020/ Miccicchè-Agrigento, Dipietro-Enna

- Silvana Palazzo

Risultati Elezioni Comunali Sicilia 2020, diretta voto primo turno: Enna e Agrigento insieme ad 60 comuni. Avanti Dipietro e Francesco Miccichè

Elezioni Sicilia
Elezioni in Sicilia (LaPresse)

Quando mancano ancora la gran parte dello spoglio elettorale in Sicilia, si iniziano a scorgere i primi “vantaggi” per i sindaci dei due principali capoluoghi al voto in questo primo turno alle Elezioni Comunali 2020 nella regione siciliana: a Enna dopo lo scrutinio di oltre metà delle sezioni il sindaco uscente Dipietro è avanti nettamente col 60%, mentre il suo diretto inseguitore Cardaci è fermo al 24%. Ad Agrigento invece a sorpresa è davanti il forzista Francesco Miccichè (Vox Italia, Sindaco Micicchè, Facciamo Squadra, Uniti per la città) con il 34%, mentre con il 29,1% insegue il candidato civico Calogero Firetto (sindaco uscente), al 20,45% Marco Zambuto (Forza Italia, Udc, Diventerà Bellissima). All’8,07% è Daniela Catalano, candidata di Lega e Fratelli d’Italia, mentre il M5s crolla al 5,4% con Marcella Carlis; tra i primi sindaci eletti, da segnalare Maurizio Zingales a Mirto (Messina), Giuseppe Castiglione a Campobello di Mazara; a Termini Imerese invece è quasi certa la vittoria al primo turno delle Elezioni Comunali 2020 di Maria Terranova. (agg. di Niccolò Magnani)

DIRETTA ELEZIONI COMUNALI 2020: BALLOTTAGGI

ANDRIA, REGGIO CALABRIA E ALTRI COMUNI CENTRO SUD

AREZZO, LECCO, AOSTA E ALTRI COMUNI NORD

COME SI VOTA: BALLOTTAGGIO – IN SICILIA NEL PRIMO TURNO

I PRIMI DATI IN SICILIA

Urne chiuse in tutta la Sicilia per il primo turno delle Elezioni Comunali 2020, ma già due risultati resi noti poco dopo la chiusura dei seggi: due dei 60 Comuni al voto – San Mauro Castelverde e Gibellina – hanno già i nomi dei sindaci eletti. Si tratta di Giuseppe Minutilla, esponente di Diventerà Bellissima (lista del Governatore Nello Musumeci) che vince a San Mauro Castelverde (Palermo) in quanto candidato unico; a Gibellina (Trapani) invece il sindaco eletto è Salvatore Sutera, anche qui candidato unico con lista civica che passa il quorum dei voti espressi. Sui 60 totali al voto, 15 hanno votato con sistema proporzionale e 45 con quello maggioritario: importanti e attesi i risultati a Enna e Agrigento, i due capoluoghi, ma anche nelle altre città come Marsala, Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo, San Giovanni La Punta, Carini, Termini Imerese e Misilmeri e Augusta. (agg. di Niccolò Magnani)

DENUNCIA A FLORIDIA

Mentre mancano davvero poche ore alla chiusura dei seggi in tutta la Sicilia – ricordiamo, spoglio delle Elezioni Comunali dalle ore 14 in poi con tutti i risultati delle Amministrative siciliane – emerge una denuncia in un seggio per una vietata fotografia fatta all’interno dell’urna elettorale. Il caso avviene a Floridia (Siracusa), uno dei 60 Comuni al voto in questo primo turno delle Elezioni in Sicilia: gli agenti della Digos sono intervenuti dopo che uno scrutatore ha denunciato la foto scattata da un elettore maschio entrato nell’urna per il consueto voto di sindaco e Consiglio Comunale. Ad accorgersi è stato appunto un componente del seggio che ha avvertito il classico rumore della foto fatta su smartphone: polizia chiamata e controlli della Digos avvenuti per capire se si trattasse di “bravata” o peggio di possibile voto di scambio. (agg. di Niccolò Magnani)

AMMINISTRATIVE SICILIA: LA PARTITA DI MARSALA

Mentre le urne restano aperte fino alle ore 14 per il primo turno delle Elezioni Comunali Sicilia 2020, si affrettano le operazioni di voto per arrivare a possibili risultati ufficiali già in serata quando lo spoglio potrebbe portare ai dati già definitivi senza il bisogno del ballottaggio (previsto nel caso tra due settimane). Detto dei due principali Comuni al voto sui 60 siciliani con seggi aperti – Enna ed Agrigento – è a Marsala che si gioca una partita incerta e molto importante: il candidato del Centrosinistra con sindaco uscente è Alberto Di Girolamo, ma in corsa è anche il candidato della Lega Giacomo Dugo, separato dal resto del Centrodestra che presenta Vincenzo Massimo Grillo. Probabilmente decisivo ai fini dei risultati – per la particolare legge elettorale che vige in Sicilia (vince già al primo turno delle Comunali chi conquista almeno il 40% dei voti e se i primi due candidati superano tale soglia vale chi ha preso un voto in più) – sarà la performance di Fulvio Aldo Rodriquez del Movimento 5 Stelle. In Sicilia per questa tornata di Elezioni Amministrative sono circa 800mila le persone aventi diritto al voto che sono chiamati alle urne, con affluenza che ieri sera si è fermata al 45,54%. (agg. di Niccolò Magnani)

DIRETTA ELEZIONI COMUNALI SICILIA 2020: CHI VINCE A ENNA E AGRIGENTO?

Sono 60, non 61, i comuni chiamati al voto in Sicilia per il primo turno delle Elezioni Comunali 2020. Tremestieri etneo è stato escluso dal voto a causa di illeciti penali che sono stati rilevati dalla magistratura nella raccolta e autenticazione delle firme, quindi il numero è stato aggiornato. I seggi riaprono alle 7 di oggi, lunedì 5 ottobre 2020, e chiudono alle 14 per gli 800mila elettori chiamati a votare. Tra i 60 comuni siciliani ci sono due capoluoghi: Agrigento ed Enna. Qui sono cinque i candidati a sindaco, tra cui quello uscente, Maurizio Dipietro. Sono 12 le liste di appoggio e 283 i candidati alla carica di consigliere comunale per 24 seggi da assegnare. Ad Agrigento si è ricandidato l’uscente Lillo Firetto, appoggiato da sette liste di centrosinistra: deve vedersela con altri cinque candidati, tra cui l’ex sindaco Marco Zambuto. Al voto anche Marsala, Termini Imerese, Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo. L’ex pm antimafia Antonio Ingroia è in corsa per la carica di sindaco a Campobello di Mazara, nel trapanese.

ELEZIONI COMUNALI SICILIA 2020: I DATI SULL’AFFLUENZA

Per i risultati definitivi del primo turno delle elezioni comunali 2020 in Sicilia bisogna ancora attendere, visto che le operazioni di voto riprendono oggi. Ma a disposizione ci sono i dati sull’affluenza di ieri. I siciliani hanno risposto alla chiamata alle urne, ma non in maniera omogenea. Il sistema di rilevazione regionale ha evidenziato un’affluenza generale del 45,54%. Risultati leggermente superiori nelle province che vedono al voto capoluoghi come Agrigento con il 46,05% di affluenza. Nella stessa provincia il record è di Cammarata con il 58,83%. L’altro capoluogo, Enna, ha mostrato invece un’affluenza del 51,96%. Il record di affluenza però lo detiene un comune del palermitano, cioè Scillato con il 72,25%. C’è poi Aliminusa con il 65,84% che pure è di due punti percentuali inferiore rispetto all’ultima tornata elettorale.

ELEZIONI COMUNALI SICILIA: CASO MANCATO “ACCORPAMENTO”

Il primo turno delle Elezioni Comunali 2020 in Sicilia si tiene a due settimane di distanza dal referendum sul taglio dei parlamentari e le amministrative nel resto d’Italia. Proprio per questo sono nate diverse polemiche nelle ultime ore. In questo delicato momento di emergenza sanitaria, legata all’epidemia di coronavirus, il ritorno alle urne si poteva evitare accorpando referendum e amministrative come avvenuto altrove. Per il capogruppo del Pd all’Ars, Giuseppe Lupo, non è solo una spesa economica ulteriore, ma anche un rischio di aggravamento dei contagi. Il tema è stato oggetto di un’interpellanza che il Pd ha rivolto al presidente Musumeci, considerato responsabile di aver allungato la campagna elettorale in Sicilia. Ora i dem vogliono sapere quanto costa questa tornata elettorale e perché i seggi non sono stati organizzati in luoghi diversi dalle aule scolastiche, evitando così lo stop alle lezioni. Oggi, infatti, si chiude il primo turno, ma in caso di ballottaggio si tornerà a votare domenica 18 e lunedì 19 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA