Elisa Isoardi “Non sono solo l’ex di Matteo Salvini”/ “Con Raimondo Todaro..”

- Hedda Hopper

Elisa Isoardi “Non sono solo l’ex di Matteo Salvini”, la conduttrice chiarisce la sua situazione e rilancia: “Con Raimondo Todaro..”

Elisa Isoardi e Raimondo Todaro
Elisa Isoardi e Raimondo Todaro

Elisa Isoardi vuole vivere la sua vita, quella di conduttrice di successo e adesso di donna single, indipendente e pronta a mettersi in gioco al fianco di Raimondo Todaro e adesso continua a chiedersi: “Ma perché continuano a definirmi l’ex di Matteo Salvini?”. Elisa Isoardi sembra proprio che voglia scrollarsi di dosso questa etichetta e ai Lunatici si lascia andare a queste confessioni sulla sua vita privata: “Quando leggo titoli in cui mi definiscono la ex di Matteo Salvini… Chi mi chiama così evidentemente non sa tutto il resto, chi fa determinati titoli lo invito a studiare. Ma va bene così, non mi genera nulla”. La stessa conduttrice poi spiega anche che gli uomini che ha avuto nella sua vita spesso scappano da lei perché impauriti per via del suo carattere ancora più della sua bellezza.

Elisa Isoardi “Non sono solo l’ex di Matteo Salvini”

Chi non è scappato e ha conosciuto la sua fragilità e quindi il suo lato romantico, da donna sensibile e un po’ sola, è stato Raimondo Todaro grazie a questa esperienza a Ballando con le stelle. La stessa Elisa Isoardi nella trasmissione di Rai Radio2 spiega: “I pettegolezzi tra me e Todaro? Il gossip fa parte della vita, se si parla di affetto e fiducia ben venga. Meno male che esistono ancora queste cose davanti alle altre. Abbiamo fiducia l’uno nell’altro, il ballo è bellissimo, scava, tira fuori tante emozioni…”. La sua esperienza nel programma di Milly Carlucci è appesa ad un filo per via dei suoi problemi alla caviglia e così in radio spiega: “Sono tenace, sto sempre in tensione, fa parte della mia genetica. A volte vorrei fare troppo, la caviglia è partita perché provavo dalla mattina alla sera e anche oltre. Ora si va avanti con maggiore maturità, non avevo contezza del mio fisico, la caviglia per me serviva per camminare…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA