Eliska, bimba dei miracoli/ Nata da mamma Eva, morta cerebralmente 117 gg prima

Eliska, bimba dei miracoli: nata nonostante sua mamma fosse da 117 giorni morta a livello cerebrale

maternita_ospedale_neonato_vita_lapresse_2016
Foto LaPresse

Eliska è già stata ribattezza la bimba dei miracoli, e la sua storia, che stiamo per raccontarvi, vi farà capire perché. La piccola è infatti nata dopo che la sua mamma era stata dichiarata morta a livello cerebrale da quasi quattro mesi. La sua storia è raccontata stamane dall’edizione online di TgCom24, che fornisce numerosi dettagli, a cominciare dalle dimensioni della piccola Eliska, 2 chili e 130 grammi, per 42 centimetri di lunghezza, numeri senza dubbio positivi tenendo conto delle condizioni fisiche di Eva, la donna che l’ha messa al mondo. L’operazione è stata portata a termine in Repubblica Ceca, presso l’ospedale di Brno, e sembra destinata ad entrare di diritto nei libri di scienza e medicina, e forse, anche in quelli dei misteri dell’universo, o se volete, miracoli. Eva aveva avuto una malformazione arsero-venosa che le aveva provocato un’emorragia cerebrale: i medici le hanno provato tutte per salvarla, ma ad un certo punto sono stati costretti a gettare la spugna dichiarandone la morte cerebrale.

ELISKA, BIMBA DEI MIRACOLI

I dottori si sono quindi concentrati sulla piccola che Eva portando in grembo, cercando di fare di tutto per provare a salvarla. La mamma è stata così tenuta in vita da alcuni macchinari con l’aiuto di una squadra di medici d’eccellenza, facenti parti sia delle clinica dove è poi nata Eliska, sia dell’Università Masaryk di Brno. La bimba è venuta al mondo sana e salva lo scorso 15 agosto, dopo che per giorni ginecologi, anestesisti e chirurgi si sono presi curi della stessa. La bimba dei miracoli sta bene, in compagnia del papà e del fratello: la sua mamma non l’ha mai conosciuta ma se la ricorderà per sempre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA