Emanuela Rossi e Andrea, moglie e figlio Francesco Pannofino/ “Sono fiero di loro”

- Elisa Porcelluzzi

Francesco Pannofino è sposato con la collega Emanuela Rossi. I due attori e doppiatori hanno avuto un figlio, Andrea.

Francesco Pannofino figlio Andrea Instagram 640x300
Francesco Pannofino e il figlio Andrea (instagram)

Il celebre attore e doppiatore Francesco Pannofino è sposato con la collega Emanuela Rossi. Un’unione, la loro, che li ha visti separarsi nel 2006 per poi convolare a seconde nozze nel 2011, continua a vivere in case separate: “Viviamo in due case diverse, ma ci vediamo quasi tutti i giorni, anche per via di nostro figlio, Andrea. Ma io con lei sto bene, sul palco poi benissimo. Oltre all’affetto siamo legati anche da una grande stima professionale e quando ci capita di lavorare assieme siamo entrambi molto felici”, ha raccontato qualche anno fa l’attore a Io Donna. Emanuela Rossi, sorella dei doppiatori Massimo e Riccardo Rossi ha iniziato la carriera doppiando Inger Nilsson, interprete di Pippi Calzelunghe nella celebre serie. Tre le attrici più famose a cui ha prestato la sua voce, ricordiamo Angelina Jolie, Emma Thompson, Kim Basinger, Madonna, Nicole Kidman e Sharon Stone.

Francesco Pannofino: la moglie Emanuela e il figlio Andrea

Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi hanno avuto un figlio, Andrea, oggi 23 anni. Il ragazzo ha deciso di seguire le orme dei genitori, iniziando la carriera di attore. Nel 2011 è apparso in Boris – Il film”, al fianco de padre, e nel 2012 ha recitato nel film “Poker Generation” di Gianluca Mingotto. Recentemente Andrea è stato ospite di Serena Bortone a “Oggi è un altro giorno”, in questa occasione ha parlato dei suoi genitori: “Sono fiero di loro sia come professionisti sia soprattutto come persone, non mi hanno mai fatto mancare niente. Volevo ringraziarli di questo”. Pannofino ha un bellissimo rapporto con il figlio Andrea, come testimoniano i numerosi scatti social, ma non condividono usa stessa fede calcistica: “Non sono tifoso romanista, sono della Lazio perché nel 1974 aveva vinto lo scudetto e io facevo il bibitaro. Ci vedevamo la partita gratis e guadagnavamo una percentuale su quello che vendevamo. Mio figlio invece è romanista”, ha raccontato l’attore a “Vieni da me”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA