Emma Marrone/ “Tumore? Ho paura, ma la malattia mi ha reso più dolce e sensibile”

- Silvana Palazzo

Emma Marrone torna a parlare del tumore: “Ho paura, ma la malattia mi ha reso più dolce e sensibile”. La cantante cita Nadia Toffa e parla anche di fede, maternità e sessualità

emma marrone 2019 ig
Emma Marrone (Foto: Instagram)

Sono passati due mesi circa da quando Emma Marrone ha annunciato di doversi fermare perché la malattia era tornata, ma in realtà si ha la sensazione che non lo abbia fatto. Venti giorni dopo l’operazione era tornata a promuovere il suo nuovo album, “Fortuna”. Un nome tutt’altro che casuale in una fase della sua vita in cui ha dovuto combattere di nuovo col tumore (dieci anni fa ne aveva avuto uno all’utero). «Credo in Dio, che si chiami Buddha o Allah poco cambia. Credo che il corpo sia energia e ne attiri di positive o negative a seconda di come ci relazioniamo con gli altri. Credo nei morti che continuano a starci vicino, altrimenti nulla avrebbe senso». Ne ha parlato a “F” in un’intervista in cui ha spiegato che in un’altra circostanza forse non sarebbe uscita allo scoperto parlando della malattia. «L’ho fatto perché dovevo cancellare degli impegni di lavoro, se non l’avessi detto avrebbero potuto pensare a una mossa di marketing prima dell’uscita del disco e per me era inaccettabile. Quindi ho scelto di metterci la faccia. Se fosse successo in un altro momento, forse non l’avrei detto».

EMMA MARRONE “TUMORE? LA MALATTIA MI HA RESO PIÙ DOLCE”

Nadia Toffa ad esempio ha voluto condividere tutto della malattia, fatta eccezione per il tipo di tumore che aveva. Lo stesso ha fatto Emma Marrone, che però ha condiviso meno della sua malattia rispetto alla Iena. «Io non ho mai detto che problema specifico ho avuto, perché penso che ognuno ha il diritto di tenere certe cose per sé. Ne parlai dieci anni fa perché volevo che le ragazze facessero prevenzione». E poi per parlarne apertamente e nel dettaglio comunque serve coraggio: «Rispetto chi, come Nadia, ha scelto di parlarne nel dettaglio perché le malattie non devono essere un tabù. Bisogna però avere molto coraggio per farlo». Emma Marrone non era nuova al problema, ma in ogni caso il ritorno della malattia l’ha cambiata. «Invece di incattivirmi, credo che la malattia mi abbia reso più dolce. Adesso tutte le mattine mi sveglio con il buonumore. E sono diventata ancora più sensibile nei confronti del prossimo». Dieci anni fa, quando l’ha scoperta per la prima volta, era una ragazzina. Quindi è stata tanta la paura, che le è rimasta peraltro: «Ce l’avrò sempre. Ma la combatto con la voglia di vivere, sembra banale ma non lo è».

EMMA MARRONE SU MATERNITÀ E SESSUALITÀ

Nell’intervista rilasciata a “F” Emma Marrone non pensa per ora a costruirsi una famiglia. «Non lo so se sarò mamma, sinceramente. Certe cose non si possono programmare. Se lo sarò imparerò giorno per giorno da mio figlio come si fa, ma né la pancia né l’abito bianco sono mai stati i miei sogni». In passato comunque si è parlato del fatto che potrebbero piacerle le donne. A tal proposito la cantante ha ribadito: «Io non ho mai avuto dubbi sulla mia sessualità: mi piace l’uomo. Amo le donne, la loro bellezza, la loro testa, ho uno staff tutto femminile, ma non ne sono attratta fisicamente». In ogni caso chiamò i suoi genitori: «Mio padre mi rispose: “Che tu stia con un uomo o con una donna, non fa differenza. Conta solo che tu sia felice”». Invece sugli attacchi riguardanti il suo aspetto fisico, Emma Marrone ha spiegato di essere rimasta delusa dalle donne, anche se comunque certi commenti non la feriscono. «Ma davanti all’articolo di un noto giornale che sottolineava come non fossi in forma per l’estate, mi sono chiesta se quel direttore si sia mai reso conto della gravità di quello che ha pubblicato. Io al mare mangio e bevo, non mi interessa rientrare in certi canoni di bellezza. Avrò più ritenzione delle altre ma sono felice».

© RIPRODUZIONE RISERVATA