Emma Ugolini/ “Gli insulti social mi hanno fatto male” (Le parole della settimana)

- Carmine Massimo Balsamo

Emma Ugolini ospite a Le parole della settimana: la 18enne veronese è stata premiata da Sergio Mattarella con la medaglia “Alfieri del Lavoro”.

Emma Ugolini
Emma Ugolini (Facebook)
Pubblicità

La giovanissima Emma Ugolini protagonista de “Le parole della settimana”, programma del sabato sera di Rai 3 condotto da Massimo Gramellini. La 18enne è stata recentemente premiata da Sergio Mattarella: Emma ha infatti ricevuto, insieme ad altri 24 ragazzi, la medaglia “Alfieri del Lavoro” dal capo dello Stato. Lei, di origine veronese, rientra infatti tra gli studenti migliori d’Italia, diplomatisi con il massimo dei voti – una media dal 9,7 al 10 – ma è finita al centro delle polemiche per un’intervista rilasciata ai microfoni di Open. «A Mattarella chiederò scusa, mi dispiace andarmene dall’Italia dopo un riconoscimento del genere. È come voltare le spalle. Gli prometterò di tornare», le parole di Emma Ugolini: la giovane attualmente studia Medicina a Milano, ma ha espresso la volontà di trasferirsi in futuro all’estero per non rimanere «impantanata in un imbuto tra laurea e specializzazione».

Pubblicità

EMMA UGOLINI E LE CRITICHE SUI SOCIAL NETWORK

Sempre ai microfoni di Open, Emma Ugolini ha spiegato di esserci rimasta male per gli insulti e le critiche comparse sui social network in seguito alla sua intervista. In molti infatti l’hanno accusata di essere «un’ingrata» e «una figlia di papà» per la sua scelta di finire gli studi all’estero, ma c’è anche chi ha insinuato che avesse ricevuto il riconoscimento perché imparentata con qualcuno che conta. «Ci sono rimasta molto male, malissimo. Il mio primo pensiero è andato alle vittime di cyberbullismo. Ho capito che per essere attaccati non bisogna fare cose eclatanti, come per esempio pubblicare una foto un po’ osé, ma a volte basta fare il proprio dovere per essere colpito». Attacchi sul web che non le hanno comunque rovinato la giornata, con la giovane che ha sottolineato: «Ad alcuni leoni da tastiera ho risposto in privato facendo presente che avevano travisato le mie parole e mi hanno chiesto scusa. Mi ha fatto piacere. Poi a farmi tornare il sorriso è arrivata una bellissima notizia che mi ha commossa», ovvero la borsa di studio dell’Humanitas di Milano.

Pubblicità

CHI E’ EMMA UGOLINI

18enne di Trevenzuolo, provincia di Verona, Emma Ugolini è la studentessa migliore d’Italia: si è infatti diplomata al Liceo scientifico di Verona con la media del 10. Come già evidenziato, ora studia Medicina all’Humanitas di Milano ed ha ricevuto una borsa di studio: un piccolo genio che deve il suo successo alla costanza, uno studio sette giorni su giorni. «Non ho fatto un giorno di vacanza», ha spiegato relativamente al periodo della maturità, potendo contare sul supporto della sua famiglia. Il suo sogno, ovviamente, è quello di diventare medico ma anche per una studentessa del suo calibro non è semplice gestire la pressione: «Ho i miei crolli, sbaglio anche io. Noi giovani siamo umani. Capita, a volte, di sentirsi frustrati, non all’altezza, magari per un mezzo voto in meno a una verifica o semplicemente per non aver completato un giorno il piano di studi. Non è giusto». E, a sorpresa, si dice assolutamente contraria al voto ai 16 anni: «Una follia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità