Enrico Lucherini/ “Quando incendiai il parruccone di Sandra Milo..” (S’è fatta notte)

- Silvana Palazzo

Enrico Lucherini a S’è fatta notte per raccontare il grande cinema italiano: “Una volta incendiai il parruccone di Sandra Milo”, ha svelato recentemente il press-agent più famoso d’Italia

Enrico Lucherini
Enrico Lucherini al Maurizio Costanzo Show

Enrico Lucherini, il press agent più famoso d’Italia, sarà ospite di “S’è fatta notte”, il programma condotto su Rai 1 da Maurizio Costanzo. La puntata è dedicata al grande cinema italiano, che Lucherini conosce molto bene. Ha attraversato infatti oltre 60 anni di cinema contribuendo alla fama di film e personaggi, creando di fatto un mestiere che all’epoca non esisteva. Potremmo considerarlo a tutti gli effetti un creatore di star. Ora i (presunti) vip usano i social per mettersi in mostra, ma finiscono per fare notizia-lampo. Enrico Lucherini, invece, era in grado di creare vere e proprie strategie promozionali, talvolta anche creare fake news per far abboccare i giornalisti. Ora la sua squadra lavora in remoto per Netflix, il colosso dello streaming. Alla fine degli anni Cinquanta inventò il mestiere del press-agent, spinto dall’attrice teatrale Rossella Falk. Sul set di Sepolta viva, ad esempio, spinse Agostina Belli in una piscina degli studi in modo tale che i fotografi immortalassero il vestitino bagnato di lei. Oggi si sarebbe gridato allo scandalo, all’epoca ci fu l’ode alla seduzione.

ENRICO LUCHERINI E LE “LUCHERINATE”: DA SANDRA MILO A ORNELLA MUTI…

Sul set di Vanina Vanini, invece, Enrico Lucherini vide Sandra Milo con un parruccone: “Questa la incendio!”, pensò. Ne ha parlato recentemente in un’intervista rilasciata a il Giornale: “Mi serviva la mano del regista Rossellini, per avvicinare a un candelabro la testa della Milo e la forza di Laurent Terzieff per spingerla. Risultato: una testa che prendeva fuoco, foto magnifiche. La verità è che ho riso per quarant’anni”. Da gennaio sarà in teatro, all’Off Off, con il suo spettacolo “C’era questo, c’era quello”. I biglietti sono già andati esauriti. “Racconterò quello che succedeva nei camerini e dietro le quinte. Tanto, chi mi farà causa, alla mia età?”. Racconterà anche le lucherinate, termine che non gli piace ma che la Treccani gli dedica e con cui si intendono le sue tipiche trovate. Sul palco, ad esempio, raconta le borsette tra Eleonora Giorgi e Ornella Muti, che all’epoca erano rivali, mentre dietro scorrono foto e documenti di ciò che narra, proprio per non farsi smentire. E chissà cosa racconterà oggi a “S’è fatta notte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA