Enzo Salvi/ “Il mio pappagallo Fly salvato grazie alla preghiere dei follower”

- Davide Giancristofaro Alberti

Enzo Salvi è stato aggredito assieme al suo pappagallo da un passante senza alcun senso: “Ecco il racconto di questa vicenda assurda”

salvi
Enzo Salvi e il suo pappagallo (Rai Uno)

Enzo Salvi, noto attore comico, è stato protagonista pochi giorni fa di una triste disavventura: lui e il suo amato pappagallo Fly, sono stati aggrediti da un folle senza alcun motivo. Oggi, in collegamento con il programma di Rai Uno, La Vita in Diretta, l’attore romano ha raccontato come è andata la vicenda: “Appartengo ad un’associazione che si occupa di far fare il volo libero ai pappagalli. Come tutte le mattine l’avevo portato a volare e si era messo su un palo della telefonia; lui mi chiamava ‘Papa papà’, poi sarebbe sceso sulla mia spalla e l’avrei premiato. Purtroppo è uscita questa persona dal nulla, ha iniziato a tirargli i sassi, io gli ho implorato di smetterla perchè avrebbe potuto colpire il pappagallo ma non mi ha ascoltato, gli ha tirato un masso grande ed ha colpito in pieno Fly. A quel punto mi sono avvicinato al palo, l’ho visto svenuto, pensavo fosse morto, ho urlato come un pazzo, sono stramazzato al suolo e quella persona mi ha dato due calci sulla schiena mentre ero a terra. Anche l’amico che era con me è stato aggredito perchè ha tentato di fotografare l’aggressore”. Salvi ha voluto ringraziare i suoi follower che hanno pregato per il suo pappagallo: “Il mio pappagallo è stato salvato grazie alle loro preghiere”.

ENZO SALVI: “FLY STA MIGLIORANDO, UN MIRACOLO”

Fortunatamente le condizioni fisiche di Fly sono decisamente migliorate negli ultimi giorni quando invece si temeva il peggio: “Sta migliorando giorno dopo giorno, le cure della clinica hanno dato esito positivo, la tac, dopo questa aggressione, aveva evidenziato una frattura al cranio e stiamo migliorando giorno dopo giorno, è stato un vero miracolo. Un’aggressione assurda e ingiustificata, non trovo le parole, il responsabile è rimasto impunito e io sono rimasto impotente davanti a tale violenza. Sono legato a Fly – ha proseguito l’attore romano – è stato un regalo della mia amica Chiara Alessandrini che mi ha fatto scoprire il mondo del volo libero. E’ da otto mesi che lo pratica e vi assicuro che è un’emozione unica vederlo volare. Fly ha 2.5 anni, vivono tanti anni, io mi auguro che giovedì – si è congedato Enzo Salvi – vada tutto bene, abbiamo la visita di controllo dal veterinario e mi auguro possa tornare a sfrecciare nei cieli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA