ERA MIO PADRE/ Film su Rai 3, che cast! Tom Hanks, Newman e Tyler Lee Hoechlin

- Davide Giancristofaro Alberti

Su Rai 3 dalle ore 21:20 verrà trasmesso “Era mio padre”, il film con protagonista Tom Hanks nei panni di un padre/gangster

era mio padre 2019 film 640x300
Era mio padre

Nel cast di “Era mio padre” è presente anche l’attore americano Tyler Lee Hoechlin nato il 11 settembre del 1987 in una città del sud della California. La sua carriera nel mondo del cinema è iniziata nel 1999 con una pellicola Family Tree diretta da Duane Clark. Nel corso degli anni ha saputo farsi spazio sul grande schermo prendendo parte alla ripresa di ottimi film tra i quali ricordiamo soprattutto Solstice, Libera uscita, Tutti vogliono qualcosa, Stratton – Forze speciali, Alla fine ci sei tu, Cinquanta sfumature di rosso, The Domestics, Can You Keep a secret? e Palm Springs – Vivi come se non ci fosse un domani. Fra le curiosità di “Era mio padre” da sottolineare il fatto che sia stato l’ultimo film a cui ha preso parte l’immenso Paul Newmann, ed inoltre, la stessa pellicola è basata sull’opera dei fumetti di Max Allan Collins. Il film ha infine vinto il premio Oscar nel 2003 come “Migliore fotografia”, consegnato a Conrad Hall.

ERA MIO PADRE SU RAI3

La programmazione televisiva di Rai 3 prevede per la prima serata di venerdì 16 ottobre alle ore 21:20 la messa in onda e la pellicola di genere drammatico gangster “Era mio padre”. Si tratta di un film realizzato nel 2002 negli Stati Uniti d’America dalla Twentieth Century Fox in collaborazione con la Dreamworks Pictures per la regia di Sam Mendes con soggetto scritto da Max Allan Collins e Richard Rayner, mentre la sceneggiatura porta la firma di David Self. Il montaggio di “Era mio padre” è stato realizzato da Jill Bilcock, il ruolo di direttore della fotografia è stato affidato a Conrad Hall e nel cast sono presenti tra gli altri Tom Hanks, Paul Newman, Jude Law, Jennifer Jason Leigh, Stanley Tucci e Daniel Craig.

ERA MIO PADRE, LA TRAMA

Scopriamo insieme la trama di Era mio padre. Ci troviamo nell’anno 1931 nello stato dell’Illinois dove un uomo di nome Michael, oltre a essere un padre amorevole e un marito innamorato della propria donna, porta avanti un’esistenza a dir poco problematica in quanto è un gangster che si occupa delle esigenze del suo boss di origini irlandesi. Michael è molto legato al suo boss che è stato per lui come un padre. Lo ha tolto dalla strada quando era un tenero bambino e gli ha permesso di avere una vita agiata imparando tutti quelli che erano i segreti della vita di gangster. Michael una sera si vede costretto a dare supporto al figlio del boss, il cui nome è Connor, ad una riunione con altri boss della città per cercare di capire cosa sia successo al fratello di un uomo di nome Finn.

La riunione è stata organizzata soprattutto per scoprire chi ha truffato il boss irlandese, il quale nelle ultime settimane ha perso diversi milioni di dollari. La riunione dovrebbe essere pacifica, ma ben presto Connor si dimostra troppo impetuoso e preme il grilletto della propria pistola uccidendo i presenti. Purtroppo la situazione diventa ancora più complicata nel momento in cui i due tornando in auto si rendono conto che all’interno del veicolo si era nascosto il figlio di Michael il quale evidentemente ha assistito all’omicidio. Michael ben sapendo che il figlio dunque sia uno scomodo testimone, decide di far in modo che il boss possa tralasciare la vicenda, assicurandogli che mai il figlio potrà testimoniare contro di loro.

Tuttavia Michael non ha fatto i conti con la forte gelosia di Connor il quale è da sempre contrario alla presenza dello stesso Michael, giacché lo vede come una sorta di minaccia. Michael si rende conto che deve lottare contro il boss finlandese per poter proteggere la propria famiglia e soprattutto un figlio che ha assistito all’omicidio. Dovrà così fare i conti con la violenza di quelli che un tempo erano i suoi amici, i quali devono uccidere assolutamente tutti i compagni della famiglia per non lasciare traccia di quanto avvenuto. In “Era mio padre” assisteremo ad una spietata guerra nella quale ci sarà purtroppo una resa dei conti finali in cui i legami di sangue avranno la meglio su tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA