Erminio Salvaderi (Dik Dik) è morto/ Pepe stroncato da complicanze legate al covid

- Fabio Belli

E’ morto Erminio Salvaderi. Lutto nel mondo della musica: addio a “Pepe” dei Dik Dik, cofondatore della band de “L’Isola di Wight”.

dik dik 640x300

Erminio Salvaderi sarebbe morto, come fa sapere Il Giorno, a causa di alcune complicanze dovute al covid. La morte del musicista ha rapidamente fatto il giro del web colpendo tutti coloro che lo hanno conosciuto come persona e come artista. Sotto il post con cui Giancarlo Sbrizolo e Pietro Montalbetti dei Dik Dik hanno ricordato l’amico, sono apparsi tantissimi messaggi tra cui anche quello di Johnson Righeira. “Ciao Pepe, sei uno dei primi che ho conosciuto all’inizio della mia storia musicale, e mi sembrava incredibile perché eri Pepe dei Dik Dik, una delle band che ha accompagnato la mia infanzia. Eri una gran brava persona e mi dispiace tanto”, ha scritto il cantautore porgendo le sue condoglianze agli amici e alla famiglia (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

IL RICORDO DI ENRICO RUGGERI

Erminio Salvaderi è morto e il mondo della musica è di nuovo in lutto. Se fino a quando che tempo fa piangevamo per Stefano d’Orazio, adesso è toccato ad un altro grande della storia della musica italiana, il mitico Pepe. Sono molti i vip e i colleghi che si sono raccolti sui social per omaggiare Salvaderi e tra questi c’è anche Enrico Ruggeri che ricorda i vecchie tempi, la musica che hanno fatto insieme ma anche i dischi registrati, stringendolo forte per un ultimo addio: “I #DikDik furono quelli che portarono il nastrino dei Decibel alla nostra prima casa discografica. Registrammo il primo album con Pepe Salvaderi sempre presente in studio, assieme a Giancarlo e al povero Joe Vescovi. Quanti ricordi. Un abbraccio Pepe, ovunque tu sia adesso”. Sono in molti coloro che hanno risposto al commento di Ruggeri e alcuni sperano che questo 2020 finisca presto senza fare ulteriori danni. (Hedda Hopper)

ERMINIO SALVADERI E’ MORTO E IL MONDO DELLA MUSICA E’ DI NUOVO IN LUTTO

Lutto nel mondo della musica italiana: è morto Erminio Salvaderi, uno dei cofondatori della storica band dei Dik Dik, che ha fatto la storia del rock italiano sin dagli anni Sessanta. Band famosa per molti grandi successi, tra i quali il più famoso è forse “L’Isola di Wight“, hit che ha segnato una generazione richiamando il mondo hippie americano e della ribellione giovanile alla fine degli anni Sessanta, immagini che hanno creato grandi suggestioni nel nostro Paese. Erminio Salvaderi, detto Pepe, ha fondato i Dik Dik nel 1965 assieme a Lallo (Giancarlo Sbriziolo) e Pietruccio (Pietro Montalbetti). La band milanese aveva scelto il nome del gruppo ispirandosi a quello di una gazzella africana, con il debutto che arrivò con il disco “1-2-3” / “Se rimani con me”. Ma per i Dik Dik il successo e la rivelazione al grande pubblico arriva nel 1966 con “Sognando la California“, cover di “California Dreamin’” dei Mamas & Papas. Solo l’inizio di una serie di successi che ha portato i Dik Dik ad essere anche una delle band più longeve della storia della musica leggera italiana.

E’ MORTO ERMINIO SALVADERI: LE REAZIONI

Ad ufficializzare la scomparsa di Erminio Salvaderi è stata la band dalla pagina ufficiale dei Dik Dik. Questo il messaggio postato sulla pagina Facebook ufficiale del gruppo dagli altri componenti della band, Giancarlo Sbrizolo e Pietro Montalbetti: “Ciao Pepe, te ne sei andato a suonare con gli angeli e ci hai lasciato qui a piangerti e ricordarti per sempre. Conoscendo la tua innata ironia lo avrai fatto così senza avvertirci affinché suonassimo le tue canzoni, le nostre canzoni ancora più forte, così forte da arrivare fino al cielo e il cielo sarà con te ad ascoltarci. Noi non ti abbiamo perso e non ti perderemo mai perché sei e sarai sempre dentro di noi e ti promettiamo una cosa, l’ultimo lavoro, quello che hai voluto tanto non andrà perduto. Ciao fratello, amico, grande musicista, ciao Pepe ci incontreremo in tutti i nostri sogni“. Il primo ad annunciare la morte di Salvaderi è stato però un altro grande nome della musica italiana nonché grande amico di “Pepe”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA