ESAME FARSA LUIS SUAREZ: 4 RINVII A GIUDIZIO/ C’è anche l’avvocato della Juventus…

- Dario D'Angelo

Esame farsa Luis Suarez: 4 rinvii a giudizio. C’è anche l’avvocato della Juventus, Maria Cesarina Turco: ecco la ricostruzione dei pm di Perugia.

suarez esame perugia 640x300
Luis Suarez e l'esame farsa a Perugia

Per il caso dell’esame farsa di Luis Suarez è stato chiesto dai pm di Perugia il rinvio a giudizio per 4 persone: si tratta dell’ex rettrice dell’università per Stranieri Giuliana Grego Bolli, l’ex dg Simone Olivieri, la professoressa Stefania Spina e l’avvocato della Juventus Maria Turco. L’udienza preliminare, come riportato da Rainews.it, è stata fissata per dopo l’estate, precisamente per il 28 settembre. Secondo la Procura perugina guidata dall’ex numero uno dell’Anac, Raffaele Cantone, venne istituita una sezione straordinaria “ad personam”, mediante una “fittizia procedura” al solo scopo di consentire al calciatore uruguayano di ottenere la certificazione linguista nei tempi richiesti dalla Juventus, desiderosa di acquistare l’attaccante oggi in forza all’Atletico Madrid di Diego Simeone.

ESAME FARSA SUAREZ: 4 RINVIATI A GIUDIZIO

L’udienza preliminare del prossimo 28 settembre sarà utile a decidere se accordare la richiesta dei pm Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti, e aprire un processo per i quattro rinviati a giudizio. Coinvolta come detto anche l’avvocato della Juventus, Maria Cesarina Turco, chiamata a rispondere dell’accusa di falso che nella richiesta controfirmata dal procuratore Raffaele Cantone è indicata come “concorrente morale e istigatrice”. I pm hanno invece indicato l’Università per Stranieri come parte offesa. Come riportato da La Repubblica, tra le varie fonti di prova la procura perugina ha citato il verbale di interrogatorio di Lorenzo Rocca, esaminatore di Suarez. Vi è poi tutta l’attività d’indagine condotta dalla Guardia di Finanza, comprendente informative, annotazioni e relazioni, oltre ad intercettazioni telefoniche e ambientali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA