Esame terza media 2021, come funziona elaborato/ Assegnazione tematica entro 7 maggio

- Silvana Palazzo

Esame terza media 2021, elaborato: come funziona, tema e scadenze. L’assegnazione della tematica entro 7 maggio, poi va consegnato entro il 7 giugno

scuola
(LaPresse)

Come funziona l’esame di terza media 2021? In cosa consiste e su cosa va redatto l’elaborato? Quando va consegnato al consiglio di classe? Sono queste alcune delle domande che si stanno ponendo i giovani alunni in questi giorni. OrizzonteScuola con le sue FAQ ha fatto chiarezza. In primis, è importante sapere che l’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione consiste in una sola prova orale e prevede l’elaborazione di un elaborato che va consegnato prima degli esami e poi esposto in tale sede. L’esame di terza media 2021 si svolge in presenza, ma può svolgersi in videoconferenza o in un’altra modalità a distanza se necessario o se non si possono applicare eventuali misure di sicurezza.

Ma la modalità a distanza è prevista anche per i singoli alunni, nel caso ad esempio di candidati ricoverati in ospedale o in luoghi di cura o perché non possono lasciare la propria abitazione nel periodo di esame. Discorso simile per gli insegnanti e i membri della commissione, ma solo se impossibilitati a seguire i lavori in presenza.

ESAME DI TERZA MEDIA 2021, SCADENZE ELABORATO

L’esame di terza media 2021 si svolge nel periodo compreso tra la fine delle lezioni e il 30 giugno, a meno che non venga deciso diversamente. Il primo adempimento riguarda il tema su cui svolgere l’elaborato. La tematica va assegnata entro il 7 maggio, ma va condivisa con gli alunni. Il consiglio, infatti, deve tenere conto delle caratteristiche di ognuno di loro e dei livelli di competenza. Le possibilità di scelta sono diverse, quindi si può presentare un testo scritto con presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica o strumentale per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale. Per quanto riguarda le discipline, quelle che si possono coinvolgere dipendono dalla tematica scelta. I docenti devono aiutare gli alunni, seguirli e suggerire loro la forma di elaborato più idonea, restando a disposizione da quando viene assegnata la tematica. L’elaborato va poi consegnato entro il 7 giugno 2021, in modalità telematica o altra concordata.

Per gli alunni con disabilità o DSA certificati l’esame non cambia, ma tematica, prova orale e valutazione finale sono definite in base al piano educativo e a quello didattico personalizzato. A tal proposito, OrizzonteScuola evidenza che l’elaborato non viene valutato separatamente, ma nell’ambito della prova orale, in virtù di criteri definiti dalla commissione che, quando definisce i criteri di valutazione della prova orale, deve fare in modo che gli stessi comprendano la valutazione dell’elaborato. Per quanto riguarda gli adempimenti da seguire, riassumiamo: assegnazione tematica entro 7 maggio 2021, supporto docenti, trasmissione al consiglio di classe dell’elaborato entro il 7 giugno, scrutinio finale e attribuzione voto in decimi, insediamento della commissione d’esame, svolgimento esame, valutazione finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA