Escort uccisa ad Aosta: arrestato 36enne con precedenti/ Omicidio e fuga a Genova

- Davide Giancristofaro Alberti

Un 36enne è stato arrestato con le gravi accuse di aver assassinato la escort trovata senza vita domenica mattina nel suo appartamento di Aosta

carabinieri 2 lapresse1280 640x300
(LaPresse)

Il presunto killer della escort di Aosta è stato arrestato nelle scorse ore. Come riferisce Repubblica, le forze dell’ordine hanno messo le manette ai polsi di Gabriel Falloni, fermato attorno alle ore 22:00 di ieri in quel della nota cittadina aostana, accusato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà. Secondo gli inquirenti sarebbe stato lui ad uccidere Elena Serba Raluca, escort 33enne che domenica mattina, 18 aprile, era stata rinvenuta con la gola squarciata in un appartamento di viale Partigiani, in centro ad Aosta.

Secondo quanto raccolto dalle indagini, che si erano subito concentrate su Falloni, il 36enne avrebbe ammazzato la escort e poi sarebbe fuggito a Genova portando con se il cellulare della vittima e il coltello con cui avrebbe compiuto il drammatico gesto. Tra l’altro si tratta di una persona già nota alla giustizia, visto che nel 2014 era stato condannato a 4 anni per una tentata violenza sessuale in quel di Sassari, dopo che aveva conosciuto una ragazza su Facebook e l’aveva aggredita.

ESCORT UCCISA AD AOSTA: L’ALLARME LANCIATO DALLA SORELLA

In quell’occasione la giovane l’aveva morso quindi era scappata e l’aveva denunciato, ma non è riuscito a fare lo stesso la escort di Aosta, che sarebbe stata sorpresa alle spalle con una coltellata alla gola risultata poi mortale. Elena Serba Raluca si era trasferita da poco ad Aosta, precisamente da un mese, quando aveva lasciato Lucca e altre precedenti città in cui era stata. Aveva preso in affitto un appartamento in cui riceveva i clienti e sul sito d’appuntamenti lo aveva chiamato “Elena Ovs”, visto che era vicino alla nota catena di vestiti. A dare l’allarme, capendo che qualcosa non quadrava, era stata la sorella Alexandra, che non riuscendo a contattarla era partita da Lucca per recarsi fino ad Aosta: i vigili del fuoco avevano quindi fatto irruzione nell’appartamento e avevano trovato la giovane senza vita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA