EGITTO/ Estremisti islamici bruciano le case di una famiglia di cristiani copti

- La Redazione

 Un gruppo di estremisti islamici ha dato fuoco alle case di una famiglia di cristiani copti.

cristiani_iraq_massacroR400

Un gruppo di estremisti islamici ha dato fuoco alle case di una famiglia di cristiani copti.

Le case e i negozi di una famiglia di cristiani copti, in Egitto, sono state bruciate da un gruppo di estremisti islamici. L’attacco è stato lanciato dopo che si era diffusa la voce di una relazione sentimentale tra un membro della famiglia cristiana e una donna islamica del villaggio di Al-Nawahid, della provincia di Qena nel sud del Paese. Per il blitz sono stati arrestati diversi islamici, molti dei quali parenti della ragazza.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Dopo che è stato dato fuoco agli edifici, la polizia ha blindato il villaggio. Gli estremisti hanno dato fuoco, complessivamente, a cinque case, un negozio e un magazzino, tutti appartenenti alla famiglia dei cristiani copti.

Leggi anche: PERSECUZIONI/ Sbai: ecco perché il premier Al Maliki non protegge i cristiani iracheni

Leggi anche: IRAQ/ Frattini: pronta risoluzione Onu dell’Italia per difendere i cristiani 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori