ASIA BIBI/ Si unisce alla campagna per salvarla anche il padre della patria Ali Jinnah

- La Redazione

Alla campagna per salvare Asia Bibi si è unito anche Ali Jinnah, padre della patria ed estensore della Costituzione 

asia_bibi_R400

Alla campagna per salvare Asia Bibi si è unito anche Ali Jinnah, padre della patria ed estensore della Costituzione.

A quanto hanno riferito all’Agenzia Fides autorevoli esponenti islamici del “Jinnah Institute” di Islamabad, un istituto indipendente che lavora per la realizzazione di uno stato di diritto in Pakistan, la campagna per salvare Asia Bibi, la cristiana condannata a morte dalla legge sulla blasfemia, ha trovato un alleato d’eccezione: Ali Jinnah, il padre della patria, estensore della Costituzione pakistana. Questi avrebbe «sposato la campagna per salvare Asia Bibi e per abrogare la legge sulla blasfemia». Jinnah avrebbe anche dichiarato che se lo Stato e le istituzioni non si fanno promotori della difesa delle minoranze, «diventano complici del loro martirio».

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Intanto nel Paese, sono sempre di più gli intellettuali e le personalità, islamiche e non che stanno dando voce alla volontà di abrogare la legge sulla blasfemia. Tuttavia, fino ad oggi, si è resa impossibile a causa dell’incidenza delle forze islamiche estremiste. Personalità di primo piano come il generale Pervez Musharraf e la leader assassinata Benazhir Bhutto avevano tentato di eliminarla, ma avevano dovuto fare i conti con l’opposizione di movimenti come òa Conferenza degli Jamiat Ulema del Pakistan, alla quale fanno capo otlre 30 partiti religiosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori