IROM CHANU SHARMILA/ La donna di ferro di Manipur “festeggia” dieci anni di sciopero della fame

- La Redazione

Irom Chanu Sharmila ieri ha “festaggiato” il decimo anno di sciopero della fame. 

SCOPERODIECIANNIr400

Irom Chanu Sharmila ieri ha “festaggiato” il decimo anno di sciopero della fame.

Ieri, per Irom Chanu Sharmila, è stato un “compleanno” molto speciale. Per la donna, infatti, originaria di Manipur, in India, stato confinante con il Myanmar, il 2 novembre 2010 si è compiuto il decimo anno di sciopero della fame. L’attivista per i diritti umani, detta la donna di ferro di Manipur, aveva smesso di alimentarsi il 2 novembre del 2000, per protestare contro le leggi speciali contro le insurrezioni emanate a Nuova Delhi. Lo sciopero è iniziato dopo che ha visto uccidere dall’esercito dieci persone ad una fermata dell’autobus.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

La donna è stata più volte arrestata con l’accusa di tentato suicidio, e costretta ad alimentarsi con un sondino. Tuttavia, ogni volta che viene rilasciata, riprende la sua iniziativa e annucnia che continuerà a farlo. In particolare si batte perché venga abrogata l’Armed Forces Special Powers Act (AFSPA) che permette alle forze dell’ordine di arrestare chiunque e sparare a vista senza bisogno di un mandato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori