STATI UNITI/ Astronomo cristiano denuncia: “Carriera bloccata per la mia fede”

- La Redazione

Astronomo cristiano denuncia l’università per discriminazione religiosa

college_R400

Stati Uniti astronomo cristiano – Martin Gaskell denuncia: “La mia fede e i miei dubbi sulla teoria evoluzionistica mi hanno impedito di ottenere un lavoro prestigioso come direttore di un nuovo osservatorio all’università del Kentucky”.

Gaskell era in lista per il posto, considerato il candidato ideale per quel posto di lavoro. Ma il parere di alcuni che lo hanno definito “qualcosa di simile a un creazionista” e “potenzialmente un evangelico” gli hanno fatto perdere il posto: la sua fede avrebbe potuto andare in contrasto con il suo lavoro di scienziato. Gaskell non si considera un creazionista, ma già tre anni fa non fu assunto presso il MacAdam Student Observatory in Inghilterra per lo stesso motivo, la sua fede cristiana.

Stati Uniti astronomo cristiano – Gaskell ha denunciato l’università: è venuto a sapere che i responsabili dell’assegnamento dell’incarico avevano discusso la sua fede religiosa. Le preoccupazioni dei responsabili universitari prendono spunto da una lezione tenuta da Gaskell in Inghilterra nel 1997 sul tema dell’astronomia, bibbia e creazione. Di questa lezione gli fu chiesto conto quando si discusse la sua candidatura. Adesso un giudice ha decretato una udienza per chiarire la situazione il prossimo mese di febbraio. Per Gaskell si tratta di discriminazione religiosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori