AUSTRALIA/ Una bambina sopravvive all’attacco di una cubomedusa, la “vespa di mare”. E’ il primo caso nella storia

- La Redazione

E’ viva per miracolo la bambina di dieci anni attacca in Australia dalla famigerata “cubo medusa”, conosciuta anche come vespa di mare

medusa_immortaleR375_29gen09

E’ viva per miracolo la bambina di dieci anni attacca in Australia dalla famigerata “cubo medusa”, conosciuta anche come vespa di mare. La vespa di mare è uno degli animali più letali al mondo, fa più vittime degli squali bianchi. Si tratterrebbe del primo caso al mondo in cui una persona attaccata da una vespa di mare è riuscita a sopravvivere. Basti pensare che la vespa di mare può uccidere un uomo adulto in tre minuti. Ad oggi, ne avrebbe uccisi 63

Leggi anche: YOUTUBE/ Video: il torero José Tomas incornato durante una corrida in Messico. Ora non è più in pericolo di vita

La bambina, Rachael Shardlow, stava nuotando nel fiume Calliope, nei pressi di Gladstone (Queensland), quando è stata attaccata dalla vespa di mare. Estratta dall’acqua con le gambe completamente avvolte dai tentacoli, faticava a respirare, non vedeva nulla e, era svenuta. Rimasta in ospedale sei settimane, a parte le numerose cicatrici e la memoria a breve termine colpita nel periodo di degenza ospedaliera, la bambina sta bene e non ha subito danni celebrali.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO
 

Chi viene attaccato da una vespa di mare, in genere, cade in uno stato di shock, subisce un attacco cardiaco e affoga. Non esiste alcun antidoto per il veleno che attacca il cuore, il sistema nervoso e la pelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori