BELGIO/ No al velo integrale. E’ il primo paese europeo

- La Redazione

Il Belgio, primo paese europeo, vota una legge che vieta il velo integrale nelle strade e negli edifici pubblici

velointegrale_R375

Velo integrale vietato in Belgio. E’ il primo paese europeo ad adottare una legge contro il velo integrale. Il testo di legge dice che “le persone che si presentano in uno spazio pubblico col volo coperto o mascherato, completamente o in parte, con un capo di abbigliamento che non le rende identificabili … saranno punite con un’ammenda da 15 a 25 euro o con una pena detentiva fino a sette giorni”. Lal egge è stata votata praticamente all’unanimità. Proposta dai liberali con il sostegno dei cristiano-democratici fiamminghi e francofoni e dei socialisti, è stata votata da 134 deputati. Due le astensioni e nessun voto contrario. E’ una legge che ovviamente aprirà polemiche con la comunità islamica belga e internazionale.

Il Belgio è tuttavia in mezzo a una crisi di governo, in quanto il premier Leterme si è dimesso. Il testo di legge deve adesso passare al senato ma non è detto che le camere vengano sciolte prima per indire nuove elezioni. E’ comunque il primo caso di paese europeo a votare una legge di tale portata. La Francia ha detto che esaminerà presto un testo analogo. I promotori della legge hanno sostenuto che l’inizaitiv anon nasce solo per garantire la sicurezza pubblica, ma anche per rispettare la dignità della donna.

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

– Per spazio pubblico, il testo di legge intende non solo gli edifici pubblici ma anche le strade, i giardini e gli impianti sportivi. Unica eccezione ammessa: quella delle feste di carnevale. I regolamenti della polizia belga prevedevano già una ordinanza del genere. Certamente il fatto che il parlamento si sia espresso con tal maggioranza ha una forte valenza simbolica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori