ISLANDA/ Nozze gay: il premier Johanna Sigurdardottir sposa la sua compagna

- La Redazione

Approvata in Islanda la legge che trasforma le unioni civili fra omosessuali in matrimoni. La prima coppia gay a sposarsi è quella composta dal capo del governo e dalla sua compagna

Johanna20Sigurdardottir_R375
Johanna Sigurdardottir, primo ministro islandese

Johanna Sigurdardottir, premier islandese, ha sposato la donna con cui era già unita civilmente dal 2002. E’ il primo matrimonio gay messo in atto immediatamente dopo l’approvazione della legge che converte le unioni civili in matrimoni. La legge era stata approvata all’unanimità dal parlamento islandese lo scorso 12 giugno: le unioni civili omosessuali previste da anni nella legislazione, possono essere adesso trasformate in un regolare matrimonio solo presentandone la domanda. Johanna Sigurdardottir ha così potuto sposare ieri Jonina Leosdottir semplicemente firmando un documento. La Sigurdardottir è il primo capo di governo dichiaratamente omosessuale.

Nata nel 1942, Johanna Sigurdardottir, ex ministro degli Affari sociali fino alla nomina a premier lo scorso febbraio, ha due figli con il precedente marito, Porvaldur Steinar Johannesson, sposato nel 1970. Dopo il divorzio si è innamorata di Jonina, l’autrice e sceneggiatrice più giovane di dodici anni con cui celebrò nel 2002 un’unione civile.

– La Danimarca è stato il primo paese europeo, nel 1989, a legalizzare le unioni civili tra gay, seguita dieci anni dopo dalla Francia. In Olanda, dal 2001, sono regolari anche i matrimoni fra omosessuali, così come in Svezia, Finlandia e Norvegia. In Svezia le coppie omosessuali possono sposarsi anche in chiesa, mentre in Spagna le coppie gay possono adottare bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori