CRISTIANI PERSEGUITATI/ Iraq, noto medico cattolico-copto aggredito a Mosul. E’ grave

- La Redazione

Un noto medico di Mosul, cattolico caldeo, è stato gravemente ferito da un aggressore che lo ha colpito con una pistola.

cristiani-iraq-attentato-r400
Immagine d'archivio

Un noto medico di Mosul, cattolico caldeo, è stato gravemente ferito da un aggressore che lo ha colpito con una pistola.

L’ennesimo episodio di odio anti-cristiano. In Iraq, questa volta, ad essere coinvolto è stato Nuya Youssif Nuya. Si tratta di un noto medico cardiologo e docente dell’università di Mosul divenuto famoso perché medico curante dell’arcivescovo della città, mons. Farj Rahho, ucciso da una banda di terroristi che lo rapirono nel 2008. Il cardiologo ha in cura anche numerosi suore e religiosi della regione, ed era medico militare.

L’uomo, caldeo cattolico, con 4 figli, è stata attaccato e ferito in maniera grave da un aggressore armato. Lo ha riferito la polizia, a quanto ha riportato l’agenzia Aswat al-Iraq.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
L’attentatore è entrato nell’ospedale al-Rabiaa del quartiere di al Sukar, nella zona ovest di Mosul. Appena raggiunto il medico ha esploso a freddo dei colpi di pistola con il silenziatore contro di lui. Attualmente Nuya si ritrova ricoverato in terapia intensiva. Secondo quanto riferito da AsiaNews, chi lo conosce lo ha descritto come un cattolico fervente, profondamente attaccato alla propria fede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori