TSUNAMI GIAPPONE/ Forse più di mille i morti. Esplosioni nelle fabbriche, treni sommersi, case spazzate via

- La Redazione

La cifra aumenta sempre di più. Gli ultimi aggiornamenti parlano di 350 morti accertati e circa 350 dispersi.Ma secondo le stime i morti sarebbero almeno mille

tsunamigiapponenuova_R425
Un'area devastata dallo tsunami

La cifra aumenta sempre di più. Gli ultimi aggiornamenti parlano di 350 morti accertati e circa 350 dispersi. Ma si è praticamente certi che il conteggia sia vicino se non superiore ai mille morti, anche se ci vorrà del tempo per avere le cifre ufficiali.

Sulle spiagge colpite dalla feroce ondata a Sendai, sono stati recuperati quasi 300 cadaveri. Ma tutto il Giappone è colpito dalla violentissima scossa di terremoto: fabbriche incendiate, centrali nucleari a rischio, abitazioni spazzate via, treni sommersi dalle acque del mare. Una apocalisse, dai racconti dei testimoni e dalle immagini che arrivano in occidente. E le brutte notizie continuano ad aggiornarsi: una diga è crollata nella prefettura di Fukushima: le acque avrebbero travolto le abitazioni che si trovano nelle sue vicinanze. “Il porto di Kesennuma è un mare di fiamme. Sta diventando una tragedia”, ha riferito un testimone a un inviato de La Stampa. Mobilitati 300 aerei e 40 navi dell’esercito per portare soccorso alle regioni più colpite. Anche navi militari americane di stanza in Giappone si stanno mettendo a disposizione per aiutare le popolazioni.

Il terremoto è stato così potente (8,9 gradi di magnitudo) che ha fatto cedere anche le strutture costruite con criteri antisismici. Intanto sta rientrando l’allarme tsunami che era stato lanciato da Taiwan fino alle Filippine. Resta in vigore per le isole Hawaii che hanno già ricevuto alcune onde per fortuna non troppo forti e per la California: 250 chilometri di costa da Point Conception a 250 chilometri da Los Angeles fino al confine fra Washington e Colorado.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori