SPAGNA/ Condannato a 377 anni Garikoitz Aspiazu, leader dell’Eta

- La Redazione

Miguel Garikoitz Aspiazu Rubina, 38 anni, conosciuto come “Txeroki”, leader dell’Eta, è stato oggi condannato a 377 anni di reclusione dal tribunale dell’Audiencia Nacional di Madrid

etar400
L'arresto di uno dei leader dell'Eta - Foto Ansa

Miguel Garikoitz Aspiazu Rubina, 38 anni, conosciuto come “Txeroki”, uno dei leader dell’organizzazione separatista basca dell’Eta (Euskadi Ta Askatasuna), è stato oggi condannato a 377 anni di reclusione dal tribunale dell’Audiencia Nacional di Madrid, con l’accusa di 20 tentativi di omicidio e numerosi atti di terrorismo.  Aspiazu fu arrestato il 16 novembre 2008 in Francia alle 3 e 30 del mattino, dopo un’indagine guidata dalla polizia spagnola e francese. Autore del terribile attentato del 2006 a Barajas, in cui due persone persero la vita a seguito di un’esplosione nel modulo D del parcheggio T4 dell’aeroporto di Madrid, Aspiazu è colpevole anche dell’omicidio avvenuto nel novembre del 2001 del giudice Jose’ Maria Lidon e sospettato dell’uccisione di due agenti della Guardia Civile che sarebbe avvenuta nel dicembre del 2007. Inoltre Aspiazu è stato riconosciuto colpevole del tentato omicidio di Esther Cabezudo, sindaco di Portugalete, nel 2002, che riuscì a sopravvivere all’attentato terroristico in cui però rimasero ferite diciotto persone.

CLICCA QUI SOTTO > PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS

L’Eta, nata alla fine degli anni Cinquanta come associazione studentesca clandestina per garantire l’indipendentismo basco, è considerata un’organizzazione terroristica dall’Unione europea e da altri stati, come gli Usa e la Spagna, e in tutta la sua storia ha causato la morte di centinaia di persone. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori