OLANDA/ Due morti, crolla tetto dello stadio di Enschede

- La Redazione

Crolla parte della copertura dello stadio della squadra olandese del Twente durante i lavori di ristrutturazione. Ci sarebbero due morti e una decina di operai feriti

twente_R400
Lo stadio del Twente

E’ di un morto, al momento, il bilancio dell’incidente allo stadio di Enschede in Olanda. Sotto le macerie però ci sarebbero almeno dodici persone ferite. Si tratta di operai occupati nei lavori di ristrutturazione dello stadio locale, quello della squadra del Twente. Il crollo della struttura è avvenuto circa a mezzogiorno di oggi: secondo quanto dicono i media locali, sarebbe crollata la copertura di uno dei settori dell’impianto, in particolare avrebbero ceduto alcune travi di sostegno del tetto che poi è crollato. Al momento non si sa se il crollo è dovuto proprio ai lavori che si stavano effettuando o se è avvenuto per cause proprie, il che dimostrerebbe quanto la struttura avesse bisogno di ristrutturazione. Se il crollo fosse avvenuto durante una partita con gli spettatori all’interno dello stadio, sarebbe stata strage. Al momento le squadre dei soccorso stanno cercando di liberare dalle macerie gli operai che ancora vi si trovano sotto. Il Football Club Twente milita nella serie A olandese e nel 2010 aveva vinto il primo campionato della sua storia.

Nella scorsa stagione la squadra aveva incontrato l’Inter durante la Champions League. Lo stadio può contenere circa 24mila persone. I lavori in corso volevano portarne la capienza a 30mila persone. Lo stadio è chiamato dai tifosi De Grolsch Veste.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori