FOOTBALL/ Giocatore americano salva la vita al nipotino, ma rischia la sua carriera

- La Redazione

Josh Shaw, giovane giocatore di football americano, si è lanciato dal secondo piano per salvare la vita al nipotino che stava affogando in una piscina

josh_shaw_R439
Josh Shaw

Non ci ha pensato due volte quando ha visto il nipote di 7 anni che stava affogando in piscina. Josh Shaw, giovane promessa del football americano in forza ai Trojans dell’università della California del sud, si è buttato dal secondo piano dell’abitazione dove si trovava finendo sul cemento e rompendosi tutte e due le caviglie. Impossibilitato a camminare, si è spostato strisciando attraversando la strada che lo divideva dalla piscina e ha tratto in salvo il nipotino. Lo avrei fatto per qualunque bambino, non solo per mio nipote ha commentato. Adesso però la sua carriera sportiva è a rischio. Il suo allenatore ha commentato che conoscendolo non poteva che aspettarsi un gesto simile da parte sua. Adesso la speranza è che riesca a riprendersi più avanti anche se dovrà rinunciare a molte partite. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori