SUICIDIO/ La mappa mondiale dell’OMS: ai primi posti le due Coree, Russia e India

- La Redazione

Impressionanti le cifre dei casi di suicidio nel mondo raccolte nel primo studio del genere da parte dell’Organizzazione mondiale per la sanità. Ecco di cosa si tratta

violenzadonne_R439
Immagine di archivio

L’Organizzazione mondiale della sanità ha fatto uno studio approfondito, il primo, analizzando i più di 800mila suicidi, circa 40 ogni secondo, che ogni anno si compiono nel mondo. Ne è venuta fuori una mappa che indica i paesi dove il numero è più alto. In testa a questa triste classifica ci sono Corea del nord e del sud, Guyana, Russia e India. Quello che se ne deduce nello studio è che il numero più alto di suicidi si ha nei paesi più poveri, ma paesi ricchi come gli Stati Uniti si distanziano di poco. Sempre secondo lo studio, i suicidi possono accadere a qualunque età, non ci sono momenti particolari della vita in cui una persona decide di togliersi la vita. anche se il numero aumenta dai 70 anni in su. I metodi più usati sono normalmente avvelenamento con pesticida, impiccagione e colpi di arma da fuoco. Nei paesi più ricchi, gli uomini si tolgono la vita in misura tre volte maggiore delle donne e gli uomini sopra i 50 anni di età sono quelli più a rischio. Nei paesi più poveri invece il maggior numero di persone a togliersi la vita sono i giovani e le donne anziane. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori