DIVIETO DI BURQA/ Il presidente austriaco non ci sta: “tutte le donne dovrebbero indossare il velo”

- Dario D'Angelo

Burqa Ban: in Austria è in vigore da ieri la legge che vieta di indossare il velo islamico o altri indumenti e oggetti che coprano il volto integralmente. Si scatena la polemica

islam_arabiasaudita_donne_velo_lapresse_2017
Burqa, immagini di repertorio (Foto: Lapresse)

Dal muslim ban di Donald Trump al Burqa ban dell’Austria il passo è relativamente breve. Poco importa che la legge approvata a giugno, entrata in vigore da ieri, si chiami ufficialmente “AGesVG” e stia ad indicare il divietro di coprirsi il volto. Tutti, in Austria, sanno bene che la normativa promossa dal ministro degli Esteri e leader del Partito popolare Austriaco (Övp) Sebastian Kurz e approvata dal Parlamento federale ha l’obiettivo di rosicchiare consensi – in piena campagna elettorale – allo schieramento del candidato dell’estrema destra Norbert Hofer. Fatto sta che da un po’ di ore a questa parte, in Austria, le donne che si arrischiano ad uscire per strada con il velo islamico rischiano di incappare in multe fino a 150 euro. Il coro dei distinguo è già iniziato, per quanto, come ha ironizzato un deputato del partito dei Verdi, di donne fedeli alla religione musulmana che indossano il burqa o il niqab a Vienna, Salisburgo, Innsbruck “se ne vedono tante quante persone travestite da Arlecchino o da clown nel mese di luglio”.

IL PRESIDENTE AUSTRIACO, “INDOSSINO IL VELO TUTTE LE DONNE”

Per quanto l’introduzione del Burqa Verbot, come viene chiamato dagli austriaci, sia stata bollata come una manovra del centro-destra per rosicchiare voti alle frange più estremiste dell’estrema destra, soprattutto a sinistra si è levato un coro d’indignazione per la nuova legge che, sulla carta vieta la copertura integrale del volto (no a caschi da moto e da sci se non nei luoghi adeguati, no a maschere e cosmetici che rendano irriconoscibili), ma in parole povere colpisce le donne musulmane che vogliano indossare il velo islamico. A rappresentare questa fazione è stato il presidente austriaco, l’esponente dei Verdi Alexander Van der Bellen, il quale, – come riportato da rivistastudio.com – parlando a degli studenti ha detto:”Non sono solamente le donne musulmane che indossano un foulard, tutte le donne possono indossarne uno, dunque se questa islamofobia continua, arriverà il giorno in cui dovremo chiedere a tutte le donne di indossarne uno in solidarietà nei confronti di chi lo indossa per ragioni religiose“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori