TRIBUNALE BUONISTA/ Video: uccide passante per strada, solo 3 anni di carcere

- Paolo Vites

Ha ucciso con un pugno senza alcun motivo un uomo per strada: 16enen inglese condannato a soli tre anni di carcere, ecco le immagini dell’aggressione in questo video

attentato_londra_inghilterra_polizia_terrorismo_lapresse_2017
Inghilterra (LaPresse)

Chi si lamenta delle condanne leggere che la magistratura italiana infligge spesso e volentieri, legga quanto succede in Inghilterra e capirà che tutto il mondo è paese. D’altro canto la legge si interpreta, lo sanno tutti, non si applica come essa è stata scritta, e si può arrivare al paradosso di uccidere senza alcun motivo, solo per il gusto di farlo, e cavarsela con tre anni di carcere. Va bene che l’aggressore era minorenne, ma anche per i minori di età esistono pene adeguate. Per il tribunale inglese che invece ha deciso la ridicola condanna la pena è stata decisa perché l’assassino “proviene da una famiglia problematica ed è cresciuto in mezzo alla violenza”. Si è visto, da quello che ha fatto. Meglio allora dichiarare l’insanità mentale.

Ma quella crea problemi, infatti ci si deve curare. Meglio chiuderla così, con lo sdegno e il dolore dei parenti della vittima, chissenefrega. La vittima è un tossicodipendente (lui sì con problemi seri) di Blackpool, tale Michael Rhodes, 47 anni, una persona che tutti quelli che conoscono descrivono come timida e che non procurava mai guai o problemi con la gente. L’uomo ha avuto la sfortuna di imbattersi in una banda di bulli che l’ha preso di mira.

Uno di loro, il 16enne Connor Stewart, ha pensato di mettersi in mostra con gli amici: ha sferrato un violento pugno in faccia all’uomo che non tentava neanche di difendersi facendolo cadere a terra e sbattendo la testa sul marciapiede. A quel punto i bulli sono fuggiti. Fermato dalla polizia grazie alle telecamere, Stewart ha detto inizialmente di aver agito per legittima difesa, ma alla fine ha confessato. Il 47enne è stato ricoverato e per tre settimane è rimasto in condizioni disperate poi è deceduto. All’assassino tre anni di carcere per ché “proveniente da una famiglia problematica dove è cresciuto in mezzo alla violenza domestica”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori