BAMBINO PUNITO A MORTE/ Francia, a 5 anni costretto a correre di notte: aveva fatto la pipì a letto

- La Redazione

Per aver fatto la pipì nel letto un bambino di 5 anni è stato costretto a correre seminudo di notte fino a quando è morto, è successo nel nord della Francia

violenza-donne_R439-1
Immagini di repertorio (LaPresse)

Sembra non ci siano limiti alla crudeltà e alla cattiveria umana, specie se inferti dai genitori tali episodi sembrano inconcepibili. Eppure accadono. In Francia, in una cittadina del nord del paese, un bambino di 5 anni che viveva con la madre (23 anni) e il patrigno (30 anni) ha fatto la pipì a letto mentre dormiva. Scoperto dei genitori, hanno deciso di infliggergli una punizione allucinante: buttato fuori di casa nel pieno della notte invernale con solo mutandine e calzini, è stato obbligato a correre per chilometri. Alla fine il suo cuoricino non ha retto: è stato trovato da un passante verso le 2 e 30 del mattino ormai cadavere. Dalle indagini sul corpo del piccolo è risultato che subiva maltrattamenti fisici: segni di violenza e naso rotto. Un orrore quello inflitto dalla coppia – arrestata con l’accusa di omicidio volontario – a cui il bambino è sfuggito solo con la morte. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori