Leftist Fight Club/ Università in Florida: “non vogliamo repubblicani qui”

- La Redazione

Leftist Fight Club: “no ai repubblicani”, ma era uno scherzo. L’evento organizzato in un campus in Florida dai Cavalieri del socialismo (oggi, 8 febbraio 2017)     

knight_socialismo
La locandina dei KFS

Nella University of Central Florida un gruppo di studenti dal nome di Knight for Socialism ha tenuto la prima lezione del Leftiest fight club, un gruppo che insegna l’autodifesa a chi si sente minacciato dai gruppi di estrema destra che stanno avanzando in America, soprattutto dopo l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti. Il fight club è aperto a tutti, “tranne che ai repubblicani”: “In risposta al numero record di crimini contro latini, musulmani, migranti, donne, ebrei, afro-americani, LGBTQIA, e altre minoranze, dall’ascesa di Trump e altri noenazisti, noi, i Cavalieri del Socialismo, faremo una serie di seminari di autodifesa per chiunque voglia combattere i fascisti. Non accettiamo repubblicani”, si legge sulla loro pagina Facebook. In realtà, nonostante molti giornali abbiano riportato questa notizia, non è stato proprio così.

Visto il clamore mediatico che ha suscitato il Leftist fight club per la frase “non sono ammessi repubblicani”, gli organizzatori hanno voluto chiarire il tutto tramite un ulteriore commento sulla loro pagina facebook: “Facciamo chiarezza: nessuno è stato cacciato dall’evento o gli è stato impedito di partecipare. Ci sembrava abbastanza chiaro che quel “eccetto i repubblicani”, era un commento scherzoso, dato che un impedimento del genere sarebbe stato impossibile da praticare. Questo lo abbiamo anche chiarito ai repubblicani che ci hanno chiesto se potessero partecipare”. Nessun divieto quindi per chi appartenga all’altro schieramento politico, dato che a quanto hanno riferito i Knights for Socialism dei repubblicani hanno anche partecipato all’evento. L’invito a partecipare al corso era rivolto soprattutto alle donne, così da poter imparare le fondamenta della difesa personale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori