PAURA AD USCIRE LA SERA/ Troppi stupri, le donne di intere città si chiudono in casa al tramonto

- La Redazione

Donne in casa per paura di stupri, ecco come è cambiata la Svezia: nel paese della tutela dei diritti cresce il timore delle violenze sessuali (oggi, 3 marzo 2017)

violenza-donne_R439-1
Immagini di repertorio (LaPresse)

In Svezia le donne hanno ormai paura di uscire di casa per il timore di stupri. Nel paese in prima linea per la tutela dei diritti delle donne sono infatti in aumento le donne svedesi che chiedono aiuto contro le violenze. E’ questa la fotografia che emerge dal reportage della giornalista inglese Katie Hopkins, pubblicato sul Daily Mail Online. La cronista, dopo aver ricevuto mail e lettere da donne svedesi, è andata di persona per verificare come stessero realmente le cose. E ha scoperto che “la Svezia non è il posto che la gente immagina che sia, che giovani ragazze hanno paura di uscire la sera”. Le donne sono terrorizzate di essere stuprate, i padri sono preoccupati per le figlie.
“Una giovane ragazza di 27 anni – scrive Katie Hopkins -, chiamiamola solo Lucy, è ormai terrorizzata di uscire da sola. Vive vicino a un centro commerciale affollato che attrae i migranti e teme il suo percorso casa-lavoro”. A Rinkeby, un sobborgo residenziale di Stoccolma, una signora ha spiegato che “c’è un codice morale strano”: “Tu sei molto più esposto al crimine se non sei un musulmano. Questi ragazzi pensano di poter prendere tutto da una donna che non indossa l’hijab, o almeno copre i capelli”.
Racconta ancora la giornalista: “Sono addolorata che in un paese così fiero dei diritti delle donne, che apre la strada sulla maternità e l’uguaglianza femminile, esistano sacche di vita di questo tipo. Dove le donne di tutte le religioni e colori sono intrappolate nella loro casa dalla paura”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori