EMOFILIA/ Inghilterra: bambini curati con sangue infetto di cadaveri russi e malati di Aids

- Paolo Vites

Malasanità in Inghilterra: centinaia di bambini malati di emofilia curati con sangue infetto di donatori americani e russi: oltre duemila le vittime ecco di cosa si tratta

vaccino-pixabay
Vaccini meno efficaci in Piemonte

Si è a lungo parlato del cosiddetto scandalo degli istituti religiosi irlandesi (stiamo parlando di un secolo fa circa) le cui suore avrebbero seppellito i bambini mal curati in fosse comuni. Scandalo che poi si sta appurando fosse inesistente. Nessuno però, a parte il Daily Mail inglese in una notizia di poco spazio, sta parlando di uno scandalo ben più terribile a cura del servizio sanitario statale inglese, per di più avvenuto in questi anni. Si sta infatti appurando che un istituto scolastico adibito a bambini disabili, il Treloar College, è stato il centro di una autentica strage dell’infanzia. Qua in modo speciale erano raccolti bambini malati di emofilia. Un istituto che sembrava un gioiellino, ben curato e ben servito. Peccato che ai piccoli malati veniva iniettato sangue che era appartenuto a tossicodipendenti americani e cadaveri di russi. Secondo le prime indagini degli 89 bambini che dal 1975 fino a dieci anni dopo sono stati ricoverati in questo istituto, oggi ne siano sopravvissuti solo 17 molti dei quali soffrono di gravissime malattie. La notizia ha provocato una indagine del servizio sanitario inglese che ha stimato che questo non è un caso isolato: negli ultimi anni si conta la morte di almeno duemila persone affette da questa malattie, tutte a causa delle trasfusioni di sangue. Si calcola che tutt’oggi una persona al mese muoia per queste cause. Altri combattono con l’epatite e con l’Hiv e molti compagni e compagne di queste persone hanno contratto la malattia. Il Treloar College era considerato una istituzione così all’avanguardia che nel 1989 ricevette la visita del principe Carlo e della principessa Diana. Alla base di questo disastro il fatto che in Inghilterra è vietato pagare i donatori di sangue, così il servizio sanitario lo importa dall’estero e si è scoperto che molte compagnie che offrono questo servizio, negli Stati Uniti e in Canada, prendono senza remore il sangue di donatori malati di Aids o addirittura di cadaveri di cui non si conoscono le cause della morte. Nei paesi di origine queste società sono finite sotto processo ma in Inghilterra non c’è stata ancora alcun processo di alcun tipo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori