GAS URTICANTE/ Inghilterra, attacco con bombolette spray, molti feriti

- Paolo Vites

Un gruppo di ragazzini si è scatenato nelle strade di Londra ferendo i passanti con bombolette di spray urticante, uno solo è stato arrestato, aveva 15 anni

terrorismo_londra_westminster_1_lapresse_2017
Foto LaPresse

Qualcosa bisogna pur fare al sabato pomeriggio per divertirsi, dopo una settimana di noiosa scuola. So’ ragazzi, direbbe qualcuno, e allora andiamo al centro commerciale, quelle cattedrali della desolazione e della solitudine di massa, dove come zombie la gente vaga davanti a vetrine del nulla, si abbuffa di cheeseburger, si addormenta nelle multi sale. Alla lunga anche il centro commerciale diventa una noia, così inventiamoci qualcosa per far casino e divertirci, deve aver pensato un gruppetto di ragazzi di età circa 15 anni, in Inghilterra, nella zona est di Londra, senza manco pensare che potevano essere scambiati per terroristi e venir fatti secchi dalle forze dell’ordine. Armati di bombolette spray, il gruppo di balordi  si è scatenato nei pressi della stazione della metropolitana di Sratford vicino al centro commerciale Westfield.

Secondo le prime testimonianze, sarebbe stata una lite fra alcune persone a scatenare l’attacco con bombolette di spray contenente acido. Tra le vittime un barbone che è fuggito cercando riparo in un Burger King della zona, così come altre vittime che cercavano disperatamente i gabinetti per sciacquarsi gli occhi feriti. Fuori, alcuni giovani armati anche di mazze spruzzavano lo spray a chiunque passasse per strada: in breve è stato il caos totale con gente che fuggiva terrorizzata da tutte le parti. Le forze dell’ordine sono arrivate in massa, isolando la zona. Alla fine un solo arresto, un ragazzino di 15 anni. Non è la prima volta che a Londra succede un episodio del genere. Già negli scorsi mesi ragazzi armati di bombolette spray all’acido avevano colpito in mezzo alle strade del centro. Forse bisognerebbe cominciare a vietarne la vendita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori