Messia e Apocalisse: 3 segni del loro arrivo/ Video: il vitello rosso, il mar Morto e il serpente…

- Davide Giancristofaro Alberti

Messia e Apocalisse: 3 segnali inequivocabili del loro arrivo: il vitello rosso nato in Israele, i pesci nel mar Morto, e il serpente presso il Muro del Pianto

Serpente esce dal Muro del Pianto, Israele
Serpente nel Muro del Pianto (Youtube)

Messia e Apocallise. Tre insoliti avvenimenti hanno fatto scatenare molteplici credenti, nonché i vari complottasti sparsi per il mondo, in merito al fatto che l’avvento del Messia sarebbe vicino, e con esso, la fine del mondo. L’Apocalisse sarebbe dietro l’angolo, come dimostrato da tre episodi decisamente inusuali capitati negli ultimi mesi, a cominciare dalla famosa giovenca rossa, la prima negli ultimi 2.000 anni, nata a settembre in Israele, paese dove la religione è un pilastro più che fondamentale. Alla vitellina rossa ha fatto seguito la misteriosa comparsa nel mar Morto, noto per la sua esagerata salinità che non permettere alcuna forma di vita, da qui appunto il nome “Morto”, di numerosi pesci, come testimoniato da un fotoreporter con tanto di scatto. La terza vicenda decisamente curiosa, è capitata questa settimana, nuovamente in Israele, dove un serpente è fuoriuscito dal famoso Muro del pianto, interrompendo inaspettatamente le preghiere. Tre fatti insoliti che stando a quanto sostengono in molti, rappresenterebbero l’avvento del Messia.

MESSIA E APOCALISSE

Quello del serpente è l’episodio più recente e nel contempo meno conosciute dei tre. La Western Wall Heritage Foundation ha pubblicato il filmato del rettile emerso da uno dei siti più sacri di tutto l’ebraismo, nonché al mondo. Durante la sua uscita il serpente ha spaventato un piccione, e secondo alcuni blogger tale episodio rappresenterebbe l’avvento di “tempi pericolosi”. Secondo alcuni utenti di internet, vi sarebbe anche una connessione fra lo stesso serpente e quello che tentò Adamo ed Eva nel Giardino dell’Eden, come si legge all’inizio della Bibbia. Ynet la fa invece più semplice, e parla di un serpente che probabilmente stava solamente cercando di cibarsi in vista della stagione invernale. Tra l’altro non è la prima volta che si verifica un “incidente” nel Muro del Pianto: pochi mesi fa si staccò una grande pietra, che sfiorò una credente. Secondo i complottisti la fine del mondo arriverà nel 2021, quindi nove anni dopo il famoso 2012, anno in cui appunto la terra come la conosciamo noi, avrebbe dovuto già terminare la sua esistenza… Messia e Apocalisse, due grandi eventi della religione cristiana che da anni l’uomo cerca di studiare sempre più nel dettaglio. Di seguito il video del serpente


© RIPRODUZIONE RISERVATA