Romeo e Giulietta di Instagram stroncati da overdose?/ Michelle e Christian trovati morti abbracciati

Il giallo dei Romeo e Giulietta di Instagram. I due giovani Michelle e Christian sono morti abbracciati nel proprio letto

01.12.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
Michelle e Christian, Romeo e Giulietta moderni
I Romeo e Giulietta moderni (Instagram)

Erano stati ribattezzati Romeo e Giulietta, Michelle Avila e Christian Kent. Una coppia di giovani, belli, bellissimi, con migliaia di follower su Instagram, morti in circostanze a dir poco sospette. La loro storia è riportata in queste ore da numerosi quotidiani online anche italiani, a cominciare da La Repubblica, che ci fornisce numerosi dettagli. Michelle aveva 24 anni, mentre Christian era più giovane, avendone 20. Belli, bellissimi ma soprattutto innamorati. Amavano viaggiare, come si può notare dai numerosi luoghi visitati con annessi scatti pubblicati su Instagram, e da buoni californiani (di Newport per l’esattezza) amavano fare surf. Il loro idillio, la loro splendida storia d’amore social, è durata però poco, pochissimo, precisamente fino al 14 ottobre, quando i due sono stati ritrovati senza vita.

ROMEO E GIULIETTA: LA MISTERIOSA MORTE DEI DUE GIOVANI

La madre della ragazza ha rinvenuto i loro cadaveri abbracciati l’uno all’altro, nel letto di casa. Si parla di morte per sospetta overdose, anche se nessuno sapeva che i due facessero uso di stupefacenti. Quel 14 ottobre, poco più di un mese e mezzo fa, Michelle e Christian erano tornati da una festa, hanno augurato la buona notte ai genitori della giovane, e si sono quindi messi a letto. Ciò che è successo prima o dopo non è chiaro. «Avrei preferito accorgermi – le parole di Paulo Avila, il padre di lei, agli agenti della Contea di Orange – che fossero tossicodipendenti così avrei cercato di fare qualcosa. Siamo sconvolti perché non ci siamo mai accorti di nulla. Erano due ragazzi bellissimi – ha concluso – come Romeo e Giulietta. La loro storia è la prova che quello che sembra perfetto molto spesso non lo è». Secondo il padre della ragazza non avevano bevuto alcolici durante la festa perché entrambi stavano prendendo antibiotici, ma l’ipotesi della morte per overdose resta quella più probabile anche per gli inquirenti. Resta una sola domanda, perché lo hanno fatto? Non lo sapremo mai…



© RIPRODUZIONE RISERVATA