Giornalista Fox, deride sopravvissuto Florida/ Dopo la bufera Laura Ingraham va in aspettativa

Laura Ingraham, giornalista Fox, deride sopravvissuto di Parkland: sospensione e boicottaggio sponsor. L’anchor woman al centro della bufera per un suo tweet contro David Hogg

laura_ingraham_2018
Laura Ingraham, conduttrice Fox

Laura Ingraham ha annunciato che andrà in vacanza per una settimana. La notizia arriva dopo le numerosissime critiche ricevute per l’ironia su uno degli studenti sopravvissuti al massacro di Parkland in Florida. La giornalista di Fox è stata letteralmente travolta dal popolo del web e dal pubblico di Fox. Il Guardian ha evidenziato negativamente il comportamento della giornalista, protagonista di battute poco carine nei confronti di David Hogg. Nelle ultime ore è arrivato un tweet da parte della stessa Ingraham, che ha chiesto scusa a tutti: “Nello spirito della settimana di Pasqua voglio chiedere scusa per qualsiasi tweet che possa aver ferito lui o un altro dei coraggiosi sopravvissuti di Parkland”. Chissà se le sue parole saranno sufficienti per un reintegro. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

NELL’OCCHIO DEL CICLONE

Laura Ingraham, giornalista e conduttrice di Fox, è finita nell’occhio del ciclone in queste ultime ore. La bionda di simpatie repubblicane, è stata attaccata da diverse parti per il tweet scritto nei confronti di David Hogg, studente di 17 anni sopravvissuto alla recente sparatoria di Parkland, in Florida, dove hanno perso la vita 17 ragazzi. L’anchor woman di cui sopra, che conduce un talk show in seconda serata dal titolo The Ingraham Angle ha parlato così di David: «La sua domanda d’ammissione è stata respinta da quattro college e David Hogg se ne è lamentato. Ma il risultato era totalmente prevedibile vista la media del ragazzo». David è un attivista che si sta battendo fortemente contro l’utilizzo delle armi negli Stati Uniti, cosa che invece i repubblicani, soprattutto i seguaci di Trump, obiettano. Molti gli attacchi dopo il tweet, al punto che la stessa Ingraham ha deciso di autosospendersi per una settimana.

“SCUSE TARDIVE”

Pare che l’azienda abbia optato per questa “punizione”, anche se ufficialmente sarebbe stata la conduttrice a decidere per la pausa obbligata. «Nello spirito della settimana di Pasqua voglio chiedere scusa per qualsiasi tweet che possa aver ferito lui o un altro dei coraggiosi sopravvissuti di Parkland», aveva scritto Laura subito dopo la bufera, ricordando che il suo talk show è stato il primo «a dare la parola a David subito dopo l’orribile sparatoria, sottolineando quanto il ragazzo fosse ‘composto’ nonostante la tragedia». Scuse ben accette ma non accolte, soprattutto dal diretto interessato, che dopo aver chiesto agli sponsor di boicottare la Fox (richiesta poi sottoscritta da moltissimi altri ragazzi), ha replicato così: «Chiedere scusa solo per salvare gli sponsor non basta. Serve un’autocritica su come lei e la sua rete avete trattato me e i miei amici in questa lotta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori