Libia, generale Haftar ricoverato/ Ultime notizie, in gravi condizioni dopo un’emorragia cerebrale

- Matteo Fantozzi

Libia, generale Haftar ricoverato. ultime notizie, in gravi condizioni a Parigi in ospedale dopo una emorragia cerebrale. È ricoverato dal 5 aprile scorso, oggi un brutto peggioramento.

haftar
Libia, generale Haftar ricoverato

Nelle ultime ore si è sparsa la voce di un peggioramento delle condizioni generali del generale libico Khalifa Haftar. Sono diverse però le voci che si sono alternate nelle ultime ore e che hanno portato anche a un intervento ufficiale di assoluta serietà. Il giornalista francese Hugeux Vincent de L’Express ha sottolineato su Twitter infatti che le condizioni sono serie, ma che l’uomo non sarebbe in pericolo di vita. Ancora diverso è quello che ha rivelato il portavoce delle forze di Haftar nell’est del paese, Ahmed AlMismari. Ha sottolineato: “Tutte le notizie sono false. Il comandante Haftar è in eccellenti condizioni e sta seguendo già ora da vicino le operazioni militari in corso”. Al momento però non sappiamo con precisione quello che potrà accadere nelle prossime ore quando sicuramente saranno aggiornate ancora una volta le condizioni di quello che viene per la Libia considerato un vero leader carismatico.

IL RICOVERO LO SCORSO 5 APRILE

Il generale libico Khalifa Haftar è stato ricoverato lo scorso 5 aprile in seguito a una emorragia cerebrale all’ospedale Val de Grace che si trova a Parigi in Francia. Nonostante siano passati diversi giorni da quanto accaduto soltanto ieri è arrivata la notizia dai media libici e francesi secondo i quali appunto Haftar era stato colpito da un ictus e questo lo aveva costretto a un trasferimento davvero molto rapido dalla Giordania a Parigi, una scelta dunque quella di ricoverarsi in Francia e non in Libia per essere seguito da specialisti di assoluto livello. Una situazione che nella giornata di oggi sembra essere precipitata con un peggioramento generale delle condizioni del generale Khalifa Haftar. Una situazione che sembrava davvero molto critica e che si stava comunque monitorando con grande attenzione quello che può accadere minuto dopo minuto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori