Tenta di uccidere la moglie sabotandole il paracadute/ Condannato: le ha provate tutte per sbarazzarsi di lei

- Emanuela Longo

Tenta di uccidere la moglie sabotandole il paracadute: un uomo di 38 anni è stato condannato in Gran Bretagna. Tutti i modi per sbarazzarsi della consorte “di troppo”.

attentato_londra_inghilterra_polizia_terrorismo_lapresse_2017
Inghilterra (LaPresse)

La caparbietà con la quale ha tentato di uccidere la moglie, in tutti i modi, anche i meno tradizionali, è costata una condanna al 38enne Emile Cilliers. La sentenza, come rivela Corriere.it, arriva oggi dalla Gran Bretagna dove la Winchester Crown Court si è espressa nei confronti del sergente dell’esercito di Sua Maestà e dei suoi modi ostinati per disfarsi di una moglie che, secondo l’accusa, sarebbe diventata ormai troppo “ingombrante”. L’uomo ha messo in atto vari tentativi per “eliminare” quello che per lui era diventato a tutti gli effetti un vero e proprio problema ed era persino arrivato a sabotarle il paracadute prima di un lancio. Fortunatamente – e miracolosamente – la consorte Victoria di 41 anni ed anche lei militare, è stata ancora più caparbia nel riuscire ogni volta a sfuggire ai piani criminali del marito, in ultimo al volo con paracadute mezzo chiuso da un’altezza di 1220 metri. Per la donna l’incubo di ritrovarsi cadavere è definitivamente terminato dopo la decisione dei giudici che hanno ritenuto l’uomo colpevole.

IL PIANO DIABOLICO DEL 38ENNE

Non ha ceduto per un solo istante di fronte ai giudici, Emile Cilliers quando ha negato categoricamente le accuse che gli sono state rivolte. Nonostante questo però, l’uomo è stato incastrato dalla pubblica accusa che ha così messo definitivamente fine al suo piano diabolico studiato contro la moglie. Il motivo per il quale Emile voleva sbarazzarsi in tutti i modi della consorte era di natura sentimentale, ovvero l’uomo voleva sbarazzarsi di Victoria per potersi dividere tra la sua amante, conosciuta attraverso il sito per incontri Tinder e la ex moglie con la quale aveva riallacciato i rapporti. Ma ovviamente non mancava il movente economico, legato al premio che avrebbe così riscosso dall’assicurazione sulla vita. Insomma, per Emile era ormai giunto il momento, per la sua ultima compagna di vita, di farsi da parte e per questo aveva escogitato più di un piano per raggiungere il suo obiettivo finale. Pare che l’uomo avesse inizialmente manomesso l’impianto del gas della sua abitazione, fallendo. Quindi aveva sabotato in ultimo il paracadute della donna, ma in quel caso non era stato sufficiente. Poco dopo la polizia avrebbe però scoperto tutto procedendo con l’arresto al quale ha fatto seguito oggi anche la condanna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori