Parigi, spiderman salva bambino sospeso/ Il ragazzino ai servizi social, il padre stava giocando a Pokemon Go?

Parigi, spiderman salva bambino sospeso, video: l’uomo ragno si arrampica senza esitazione fino al 4° piano. E’ successo nelle scorse ore nella capitale francese: Mamoudou è un eroe

parigi_spiderman_2018
Lo Spiderman di Parigi - Youtube

Il meraviglioso gesto del 22enne maliano Mamoudou Gassama, che a Parigi ha salvato un bambino appeso al quarto piano di un palazzo, ha messo un po’ in ombra un’altra cosa fondamentale e cioè il perché fosse finito lì. Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano alcune fonti dell’inchiesta avrebbero fatto sapere che il padre del bimbo, con il quale viveva da solo, stava giocando a Pokemon Go e si era distratto accorgendosi solo dopo del rischio corso dal figlio. Ora l’uomo pare sia stato giustamente fermato, mentre il bambino è stato trattenuto dai servizi sociali e sarà probabilmente riaffidato alla madre che era fuori città probabilmente per lavoro. Di certo però il grandissimo gesto di coraggio del ragazzo maliano, soprannominato spiderman, ha oscurato un problema fondamentale perché quel bambino non sarebbe mai dovuto finire in una condizione di rischio così elevata. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL PREMIO DI MACRON

Si chiama Mamoudou Gassama, arriva dal Mali, e da sabato è l’eroe di Parigi. Migrante, senza permesso di soggiorno, si è messo al centro dell’attenzione per salvare un piccolo bambino di quattro anni che si trovava a penzoloni su un balcone. Lo chiamano “lo spiderman di Francia”, perché ha lottato per una vita, rischiando in primis la sua, arrampicandosi per i balconi di un palazzo proprio per salvare la vita di un bambino rimasto a casa da solo. Cinque sono i piani che Mamoudou ha superato a mani nude, nel 18esimo arrondissement di Parigi, in un palazzo di rue Marx-Dormoy. Gassama sui social network viene celebrato come un eroe. Ma quanto gli costerà questo salvataggio? Il giovane era arrivato dal Mali, lo scorso settembre, zona ad altissimo tasso di terrorismo. Mamoudou Gassama, però, è stato ricevuto all’Eliseo dal presidente Macron che per ringraziarlo del coraggio e del gesto eroico riceverà la nazionalità francese e lavorerà con i Vigili del Fuoco. (AGG. Camilla R.A. Catalano)

L’UOMO RAGNO SI ARRAMPICA SENZA ESITAZIONE

Una scena da film quanto accaduto nelle scorse ore a Parigi, peccato però che non si stesse girando alcuna pellicola hollywodiana. Sul web è spuntato un video che mostra uno spettacolare salvataggio avvenuto in un palazzo della capitale francese. Un giovane ragazzo maliano di appena 22 anni, tale Mamoudou Gassama, si è improvvisato Spiderman, il noto supererore della Marvel che spara ragnatele e scala i palazzi, per salvare un bambino che stava cadendo dal balcone. Come si vede nel filmato che potete trovare a questo indirizzo Youtube, c’è un bimbo a penzoloni dal quarto piano di un edificio, con il genitore che sta facendo fatica a tenerlo, evitando così che cada nel vuoto. Appena vista la scena, il ragazzo di colore si è arrampicato senza esitazione, a mani nude.

“UN ESEMPIO PER TUTTI NOI”

Prima un piano, poi un altro, quindi il terzo, fino ad arrivare al quarto: giunto al piano incriminato, si è issato sul balcone, mettendo in salvo il povero piccolo. Un video, che come dicevamo, si è diffuso a macchia d’olio in brevissimo tempo, arrivando anche in Italia. Un Uomo Ragno improvvisato che in poche ore è divenuto il nuovo eroe della Francia. Prima si è infatti congratulato con lui il primo cittadino parigino, Anne Hidalgo, che ha voluto ringraziare il migrante su Twitter «per il suo atto di coraggio», avendolo poi chiamato al telefono: «Mi ha detto di essere arrivato dal Mali pochi mesi fa – le parole del sindaco – con il sogno di farsi una vita qui. Gli ho detto che questo atto eroico è un esempio per tutti i cittadini e che la città di Parigi sarà ovviamente disponibile a sostenere i suoi sforzi di vivere in Francia». Poi è toccato al presidente francese in persona, Emmanuel Macron, ringraziare Mamoudou, invitandolo all’Eliseo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori