FRANCIA, ACCOLTELLA 2 PERSONE URLANDO ALLAH AKBAR/ Ultime notizie: avrebbe chiesto ai poliziotti di ucciderla

- Emanuela Longo

Francia, donna accoltella due persone in un supermercato al grido di “Allah Akbar”: arrestata. Accertamenti in corso per capire se abbia o meno legami con l’Isis.

attentato_trebes_terrorismo_francia_lapresse_2018
Francia, gilet giallo: “Ho una bomba, Macron ci riceva” (LaPresse)

Torna la paura terrorismo in Francia, anche se non ci sono conferme sulla radicalizzazione della donna, velata, che ha urlato “Allah Akbar” prima di scagliarsi contro un cliente e ferirlo con un taglierino. Lesioni lievi anche per la cassiera che aveva provato a disarmare la donna. La 24enne, cliente abituale del supermercato in questione, è stata immobilizzata da due impiegati. Dopo l’arresto, gli agenti sono partiti in direzione del domicilio della donna, nota alla polizia in passato per fatti legati ad atti di violenza, per cercare indizi di un suo possibile legame con elementi radicalizzati o addirittura legati all’Isis. Si tratterebbe, spiegano fonti vicine agli inquirenti, di una donna titolare di una carta di invalidità fisica all’80% per problemi ad un’anca. In attesa di riscontri, l’ipotesi di reato per la donna è «tentativo di omicidio e apologia di crimine a sfondo terroristico». Inoltre, come riportato dal Messaggero, quando è stata fermata dagli agenti, avrebbe chiesto ai poliziotti di ucciderla, gridando «non ho niente da perdere». (agg. di Silvana Palazzo)

VALUTAZIONE PSICHIATRICA IN CORSO

La donna che ha accoltellato due persone urlando “Allah Akbar” in un supermercato di La Seyne-sur-Mer è radicalizzata o è psicologicamente instabile? È questa la domanda a cui si sta cercando di dare una risposta in Francia. Il procuratore di Tolone, Bernard Marchal, parla di un «atto apparentemente isolato», ma non esclude che la donna sia radicalizzata. «Non sappiamo ancora se sia un attacco terroristico». La giovane donna, come riportato da La Croix, potrebbe aver attaccato al culmine di una lite con un cliente. Uno abituale ha infatti raccontato che «rimproverava regolarmente i dipendenti per futili motivi». Intanto l’amministratore delegato del gruppo Leclerc, Michel-Edouard Leclerc, ha elogiato il coraggio della cassiera che si è intromessa tra la donna e la prima vittima e ha annunciato l’attivazione di un team di supporto psicologico per gli altri dipendenti. Intanto è in corso una valutazione psichiatrica della donna: sarà utile per cominciare a dare prime risposte su questo attacco al momento inspiegabile. (agg. di Silvana Palazzo)

ATTENTATO ISIS O LITE DEGENERATA?

La cassiera e il cliente del supermercato Leclerc sono per fortuna fuori pericolo, anche se versano in condizioni serie negli ospedali attorno a Tolone: l’attacco della giovane 24enne è sotto la lente degli investigatori che stanno cercando di capire se vi sono degli elementi più specifici che indichino l’origine terroristica dell’attacco di questo pomeriggio francese. Gli indizi ci sono ma al momento potrebbe anche essere successo tutto per un improvviso “attacco psicopatico-psicotico” della donna dal passato misterioso. I testimoni hanno parlato di qualcosa che assomigliava a una lite o a una zuffa: nel giro di pochi secondi la cassiera si ritrova accoltellata vicino all’occhio, il cliente invece al petto ma sono per fortuna entrambi fuori pericolo di vita in queste prime ore di ricovero. Gli uomini dell’antiterrorismo hanno disposto perquisizione nella sua casa, tuttora in corso, che dovrebbe chiarire se ha avuto o meno rapporti con l’Isis o con elementi vicini all’islamismo radicale negli ultimi mesi. (agg. di Niccolò Magnani)

“ABITI NERI E VELO”

E’ avvenuta in un supermercato Leclerc di Seyne-sur-Mer, al sud della Francia, la nuova aggressione ad opera di una donna 24enne, immediatamente arrestata. Due i feriti, uno pare meno grave, sebbene non si conoscano al momento le loro reali condizioni di salute: il cliente sarebbe stato ferito al torace, mentre il dipendente – pare una cassiera- vicino a un occhio. La donna avrebbe agito intorno alle 10.30 di questa mattina, armata di cutter. La frase pronunciata, “Allah Akbar”, insieme al modo in cui era vestita avrebbero subito sollevato il sospetto di un attentato terroristico. Secondo alcuni testimoni la 24enne ora in custodia era vestita di nero e coperta dal velo e subito dopo l’aggressione sarebbe stata prontamente immobilizzata dal personale di sicurezza del supermercato in attesa dell’arrivo degli agenti. Sebbene la donna pare abbia comprovati disturbi psichiatrici, le indagini al fine di smentire una sua presunta radicalizzazione proseguono. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ARRESTATA 24ENNE, È TERRORISMO?

Al grido di “Allah Akbar”, una giovane donna di 24 anni ha seminato il panico in un supermercato della Francia, a Seyne-sur-mer, a sud della Costa Azzurra. Armata di taglierino, una volta alla cassa avrebbe ferito due persone le quali, fortunatamente se le caveranno. Secondo i primi dettagli aggiuntivi relativi alla vicenda che ha subito sollevato una nuova allerta terrorismo, l’attentatrice non sarebbe nota alle forze dell’ordine ed attualmente sarebbe in stato di arresto, mentre proseguono le indagini per fare luce sui suoi possibili legami con l’Isis. “C’è un’ipotesi di reato di tentato omicidio, e un’accusa per apologia di crimine a connotazione terroristica”, ha però spiegato il procuratore Bernard Marchal all’Afp. Mentre proseguono gli accertamenti con perquisizioni anche nella casa della donna, il procuratore ha aggiunto: “Non sappiamo ancora se questi fatti sono terroristici, ma sono in ogni caso terrorizzante, perché un uomo innocente è stato attaccato alla cassa di un supermercato”. I testimoni, in un primo momento avevano creduto che fosse scoppiata una lite tra clienti, prima di realizzare l’intera vicenda. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

NUOVA ALLERTA TERRORISMO IN FRANCIA

Un nuovo allarme terrorismo è scattato nelle passate ore in Francia, precisamente a Seyne-sur-Mer, nel Sud del Paese. Secondo le primissime informazioni, pare che una giovane donna abbia aggredito alcune persone in un supermercato del posto ferendone due con un coltello, forse un taglierino. Le notizie sono ancora frammentarie e poco chiare ma pare che alcuni testimoni abbiano riferito che la donna, della quale non si hanno al momento ulteriori dettagli circa l’età e la nazionalità, abbia gridato “Allah Akbar” mentre si scagliava sui presenti. A riportare la notizia è stata l’agenzia AFP della procura di Tolone. L’unica certezza è che la stessa autrice dell’aggressione e del ferimento di due persone alla cassa del supermercato sarebbe già stata arrestata dalla polizia francese intervenuta sul posto. Uno dei feriti sarebbe un cliente del supermarket ma anche una cassiera sarebbe rimasta lievemente ferita dalla donna.

DONNA ARRESTATA: HA LEGAMI CON L’ISIS?

Avrebbe prima attaccato un cliente del supermercato francese, ferendolo con un coltello al torace, poi avrebbe ferito anche una cassiera, il tutto al grido di Allah Akbar. Per questo una donna è stata arrestata questa mattina a Seyne-sur-Mer, nel Sud della Francia. L’uomo ferito sarebbe stato prontamente ricoverato, come riferisce Tpi ma sarebbe fuori pericolo. Un primissimo commento dell’accaduto è giunto dal procuratore Bernard Marchal che ha spiegato: “Apparentemente si tratta di un atto isolato di una persona con comprovati disturbi psichiatrici, tuttavia non esclude che sia stata radicalizzata”. L’ipotesi terrorismo, dunque, non è del tutto archiviata e secondo quanto riferito da alcuni testimoni al sito di Nice Matin, la giovane donna era vestita di nero e indossava il velo. Maggiori dettagli arriveranno nelle prossime ore, man mano che andranno avanti le indagini sull’accaduto. Attualmente sarebbero in corso controlli in casa della donna fermata per capire se abbia o meno legami con l’Isis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori