Kenya, maxi incendio a mercato di Nairobi/ Video ultime notizie: almeno 15 morti e 100 feriti, è attentato?

- Niccolò Magnani

Nairobi, maxi incendio al mercato di Gikomba nella capitale del Kenya: ultime notizie, video dei soccorsi. Almeno 15 morti e 100 feriti bruciati vivi: si teme l’attentato incendiario

incendio_mercato_nairobi_kenya_video_twitter_2018
Kenya, maxi incendio al mercato di Nairobi (Foto da video Twitter)

Il Kenya si è svegliato questa mattina in un’altra, l’ennesima, giornata di sangue: sono almeno 15 le persone che hanno perso la vita nella maniera forse peggiore, ovvero bruciate e soffocare dai fumi dell’incendio enorme divampato al mercato di Nairobi, nel quartiere di Gikomba tra i più popolosi della capitale keniota. Lo riporta la Bbc che dà notizia purtroppo anche di un centinaio di feriti, come primissimo bilancio delle squadre di Vigili del Fuoco giunti sul posto dopo l’allarme del maxi rogo divampato all’aperto. Pare che l’incendio fosse sorto già nel cuore della notte, distruggendo diverse strutture e bancarelle del grande mercato pubblico di Nairobi: purtroppo, come spiega bene lo Standard, il mercato all’aperto di Gikomba oltre ad essere uno dei più grandi dell’intero continente africano è anche un luogo dove purtroppo spesso accadono incendi del cenere. Addirittura, dal 2015 praticamente ogni anno è avvenuto un rogo di queste dimensioni e purtroppo anche di questo bilancio di vittime.

SI TEME L’ATTACCO INCENDIARIO

Non si può escludere al momento alcuna pista, dalla fuga di gas alle strutture vecchie e rovinate fino al timore più grande, ovvero quello di un attentato incendiario nel cuore della capitale del Kenya. Il mercato di Gikomba si trova molto vicino al collegio elettorale di Kamukunji, non distante dal Majengo e gli atti dolosi da quelle parti non sarebbero certo la prima volta che accadono. «L’anno scorso, il presidente Uhuru Kenyatta aveva perfino ordinato indagini approfondite sui casi di rogo in questa zona , interessata da un paio di incidenti simili nell’arco di pochi mesi», spiegano i colleghi de La Stampa. Intanto emergono dettagli circa l’ultimo devastante rogo: i 15 morti sono stati praticamente bruciati vivi nel tentativo di spegnere le fiamme e altri hanno perso la vita intossicati dal fumo mentre cercavano di mettere in salvo i propri materiali e le proprie mercanzie preziose (con quello infatti si guadagnano il pane tutti i giorni) che stavano andando a fuoco. Molti feriti avevano importanti ustioni sul corpo e sono quindi stati trasferiti al Kenyatta Hospital della capitale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori