INDIA, 11 CADAVERI IN CASA A NEW DELHI/ Ultime notizie: 10 erano impiccati e bendati, vicino scopre strage

India, 11 cadaveri in casa, orrore a Nuova Dehli, 10 impiccati e una donna riversa a terra: omicidio o suicidio di massa? Il macabro ritrovamento nelle scorse ore

jodhpur_india_pixabay
India, immagine di repertorio

Un omicidio o un suicidio di massa? È questa la domanda a cui la polizia di New Delhi sta cercando di dare una risposta. Stando a quanto riportato da Asian News International, dieci corpi sono stati trovati bendati e impiccati ad una ringhiera di casa, mentre un corpo era riverso sul pavimento. Tutti avevano le mani legate dietro la schiena, erano bendati e avevano cotone idrofilo in bocca. Sui corpi delle sette donne e dei quattro uomini non ci sono colpi di arma da fuoco. Le undici persone erano membri di una famiglia che possedeva un negozio di alimentari e legname. Al momento nessuna ipotesi viene esclusa. Pare che il negozio dovesse aprire alle 6 del mattino, ma uno dei vicini si è accorto che alle 7.30 era ancora chiuso. Si è quindi recato a casa loro, trovando la porta aperta: quando è entrato ha visto le persone impiccate e ha allertato la polizia che si è subito recata sul posto e avviato le indagini. L’intera area è stata transennata. La polizia sta cercando di scoprire se si tratti di un suicidio di massa o se le persone siano state impiccate dopo essere state uccise. Per ora nessun biglietto d’addio è stato trovato in casa. (agg. di Silvana Palazzo)

INDIA, 11 CADAVERI IN CASA A NEW DELHI

Un vero e proprio mistero, quasi come fosse un film dell’orrore, il ritrovamento di undici cadaveri in India. Come riferito da diversi organi di informazione online, a cominciare da La Repubblica, a Nuova Dehli, la capitale, la polizia ha rinvenuto ben 11 persone senza vita all’interno di un’abitazione. A rendere ancora più macabro il ritrovamento, il fatto che dieci di esse erano impiccate al tetto della casa, con gli occhi bendati, mentre un’altra, una donna, giaceva riversa sul pavimento. L’abitazione sorge in uno dei villaggi nella periferia della metropoli indiana, e stando a quanto spiegato da Vineet Kumar, capo della polizia locale, tutte le vittime appartengono alla stessa famiglia.

LA POLIZIA STA INDAGANDO

La maggior parte di esse viveva nella zona sud della capitale, presso il villaggio di Burari, e di conseguenza le indagini si stanno concentrando proprio in quel luogo, per cercare di scoprire se vi siano dei legami con alcuni residenti. Gli inquirenti stanno inoltre cercando di capire se si tratti di omicidio di massa, oppure, di suicidio, magari un qualche rito, un sacrificio, probabilmente indotto dal leader di una setta. Sugli undici cadaveri è stata disposta l’autopsia, attraverso la quale si capiranno le cause della loro morte. Nessuna lettera di addio è stata rinvenuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori