Belgio, chiuso lo spazio aereo/ Ultime notizie, no decolli o atterraggi: problema tecnico, ecco cosa succede

- Niccolò Magnani

Chiuso lo spazio aereo in Belgio: no decolli o atterraggi in tutta la nazione. Ultime notizie, un problema tecnico informatico blocca voli e aeroporti: ecco cosa sta succedendo

aereo_aeroporto_boeing_lapresse_2016
Immagini di repertorio (Foto da Lapresse)

Il Belgio ha chiuso l’intero spazio aereo: dopo qualche minuto di terrore per l’ipotesi di un possibile attentato o evento catastrofico – già i social si erano scatenati in pochissimi secondi – arriva la conferma da parte del Belgocontrol (la società pubblica che controlla il traffico aereo belga) su di un notevole problema tecnico che ha costretto la chiusura immediata di tutto lo spazio aereo del Paese per motivi di sicurezza. Come spiega la stessa società sui propri canali social, proprio per quel problema tecnico avvenuto è stata avvistata una procedura conosciuta come «clear the sky» dove ogni atterraggio o decollo viene bloccato per evitare ulteriori problemi. Il “pomo della discordia” è stato un problema di natura informatica, o almeno così riportano i media belga (in particolare il quotidiano Le Soir): la procedura di sicurezza è stata annunciata attorno alle ore 16 ed è durata fino alle ore 18, quando poi la stessa Belgocontrol ha annunciato l’inizio (parziale e lento) di progressivo ritorno alla normalità.

COSA È SUCCESSO IN BELGIO?

«Stiamo lavorando alla soluzione del problema», twittava solo pochi minuti fa la Belgocontrol con la conferma dello stesso Governo “colti” in sorpresa dal problema tecnico che ha obbligato il blocco aereo totale per circa due ore. Il portavoce Dominique Dehaene, citato dai media locali, ha cercato di rassicurare i tanti “rumors” che davano notizie più strampalate sui motivi della chiusura dello spazio aereo belga. Il portavoce ha parlato di una misura di “massima sicurezza davvero eccezionale”, precisando però che si tratta di un problema puramente tecnico, non dovuto a una minaccia di qualche tipo. Pare che non venissero caricati in maniera corretta i dati dei singoli voli e per questo motivo tutto andava bloccato in attesa di risoluzione: ora, con ingenti ritardi causati agli aeroporti di mezza Europa (ovvero dove erano interessati per arrivi/partenze aerei da o verso il Beglio), la situazione sta lentamente tornando alla normalità con ancora un’aurea di mistero attorno alle cause che hanno portato all’inconveniente tecnico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori